All material on this website is protected by copyright, This website also contains material copyrighted by 3rd parties.
Licenza Creative Commonsprotected by Copyscape

Testimonianze di un ingegnere informatico /

Testimony of an informatics engineer

18 febbraio 2017 / February 18 2017




Motore di ricerca del sito / Site Search Engine



mailassociazione@aisjca-mft.org


Indice interno
#tecnologia_proibita, #motivazioni_trattamento, #tecnologie_impiegate, #applicazioni_umane, #operazioni_psicologiche, #situazione_corrente, conclusioni, documentazioni_altrui #aggiornamento_e_integrazione#contesto, #precisazioni, #documentazioni
#EEG, #SQUID, #suggerimenti_alle_vittime#conclusioni#riassunto_tecnico,
 #English_translation, #motivation-treatment#employed_technology#human_application,
 #psychological_operations#clarifications#current_situation#updates_and_integration,
#documentations,
#documentazioni_altrui,
#note, #DSM_e_voci#caso_Michael_Bell, #libera_vendita, #temporary_incapacitation,
#sito_e_libri


Per una visione panoramica sulle tecnologie "aggressive" e possibilità di difendersene vedi - con beneficio di inventario / look with caution to - MIND-WEAPON
Vedi inoltre la nuova / look at SITEMAP

Una denuncia di crimini contro l'umanità STUPRI DI GUERRA

Il file prima nominato Pseudo-misteri e coinvolgimenti biologici / Fake-mysteries on biological targets ora è in rete sdoppiato nella parte italiana - Aggressioni pseudo-misteriose contro bersagli biologici - e in quella in inglese: anzi triplicato perché questa parte in italiano, molto ampliata e curata, è stata caricata anche in un pdf anch'esso con il titolo Aggressioni pseudo-misteriose contro bersagli biologici raggiungibile in rete e leggibile come eBook.



Tecnologia proibita, un articolo di Andrea Giotti (ingegnere, dottore di ricerca e docente)

Vedi anche in ITALIA PARLA- VERITA' CELATE. Archivi tag: Tortura in Italia

L'argomento del controllo mentale di singoli individui da parte di non meglio precisate agenzie è spesso oggetto di scetticismo da parte del grande pubblico, in quanto la scienza ufficiale non contempla che tecniche di manipolazione assai limitate come ipnosi, messaggi subliminali e così via. È peraltro noto che la storia del secolo scorso conta numerosi progetti segreti, almeno all'epoca della loro realizzazione, che testimoniano un costante interesse su questo argomento da parte dei principali governi e dei rispettivi servizi segreti. Tra tutti, un esempio particolarmente noto è il progetto MKULTRA della CIA, ma anche i sovietici compirono numerose sperimentazioni in proposito e non esiste servizio al mondo che non sappia come riconoscere o peggio causare un blocco psicologico in un testimone scomodo. I risultati degli esperimenti condotti nel contesto di tali progetti non sono quasi mai stati resi noti al grande pubblico nella loro completezza, perché le tecniche di controllo mentale che hanno consentito di mettere a punto costituiscono una terribile arma nei confronti delle libertà individuali ed ogni soggetto che ne disponga desidera mantenerne il monopolio. Il “lavaggio del cervello”, la creazione di “candidati manciuriani” e quant'altro non sono temi destinati a comparire in testi di psicologia o articoli di giornale, nondimeno possono essere terribilmente concreti ed insinuare legittimi sospetti nella mente di coloro che si interrogano su inquietanti fatti di storia recente, come l'assassinio del presidente Kennedy, o di cronaca, come le ultime stragi compiute nel mondo da apparenti squilibrati.
Scrivere di questi argomenti è in qualche misura difficoltoso perché le fonti sono spesso incerte, i testimoni reticenti o inattendibili ed i pochi documenti disponibili ricchi di omissis. Per quanto difficoltoso, è parimenti doveroso tentare di informare il pubblico sulla possibilità che simili tecniche siano impiegate comunemente, senza svelare i dettagli grazie ai quali è possibile implementarle ma rivelandone abbastanza da consentire di riconoscerle e, ove possibile, difendersi dalle stesse. Citare fonti interne alle strutture che le conoscono meglio, cioè i servizi, è praticamente impossibile senza incorrere in spiacevoli incidenti, ma lo scrivente ha avuto modo di fare esperienza diretta delle più sofisticate tra queste tecniche e sulla base di questa esperienza ha redatto il presente articolo. Raccontare non è dimostrare, ed infatti non vengono citate prove documentali di quanto narrato nel seguito, ma una simile informazione ha comunque un valore in quanto può insinuare dubbi nelle menti più aperte e preparare i lettori ad affrontare più consapevolmente e meno passivamente il nuovo ordine che si sta delineando nel mondo.
La “lettura della mente” è stata parimenti oggetto di numerose ricerche in ambienti sia civili che militari durante il corso dell'ultimo secolo, specialmente da parte dei sovietici. Tali ricerche si sono sempre dimostrate infruttuose fino all'inizio del nuovo millennio, ma da almeno una decina di anni è stata sviluppata dalla NSA o da qualche altra agenzia governativa americana la cosiddetta "telepatia artificiale", una tecnologia che consente una comunicazione bidirezionale remota tra un apposito dispositivo, controllato da un operatore, ed il cervello umano. Essa permette inoltre di interfacciarsi all'intero sistema nervoso umano da distanze rilevanti ed attraverso schermature di vario genere, forse grazie ad una rete di satelliti in grado di offrire una copertura globale, e ad una prima analisi non sembrano esistere difese tecnologiche in grado di proteggere la vittima designata. Particolare ancora più inquietante, questa tecnologia può essere utilizzata anche per torturare ed uccidere a distanza singoli individui senza lasciare tracce. I lettori dotati di preparazione scientifica resteranno oltremodo perplessi di fronte a simili sviluppi ed è quindi opportuno specificare immediatamente che tale tecnologia è basata su alcuni progressi radicali, sia nel campo della fisica che in quello delle neuroscienze, fino al punto di apparire incredibile per la scienza ufficiale nonché per il senso comune. Scrivere e soprattutto leggere le correnti corticali in remoto, nonché interpretarle in termini di parole ed immagini, appare cioè un traguardo così distante dallo stato dell'arte comunemente riconosciuto da stupire qualunque esperto del settore, nondimeno tale traguardo è stato raggiunto e questo è verosimilmente avvenuto attraverso la scoperta di un nuovo vettore di interazione fisica, fasci di onde o particelle sconosciute oppure già note ma ufficialmente non ancora sfruttate per finalità pratiche. Questo vettore di interazione presenta caratteristiche di distanza massima, penetrazione e precisione mai viste prima e grazie ad esso è stato poi possibile indagare nel dettaglio il funzionamento del cervello umano.
Come ogni tecnologia reale, fortunatamente anche questa presenta però alcuni importanti limiti. Innanzitutto, essa non consente ancora di determinare direttamente i pensieri della vittima, né di controllarne i movimenti del corpo, ma solo di interferire con entrambi soprattutto attraverso la manipolazione psicologica, la privazione del sonno e l'induzione di dolore. L'operatore che controlla il dispositivo può proiettare la sua voce nella mente della vittima per manipolarla ed indurla così a comportamenti degni di un “candidato manciuriano”, ma le tecniche di manipolazione utilizzate sono per lo più tradizionali e ad esse si può opporre la stessa resistenza che si opporrebbe di fronte ad un interlocutore in carne ed ossa. La lettura della mente è inoltre limitata ai pensieri verbali o “superficiali”, cioè quelli che esprimiamo attraverso le parole, ad alcuni pensieri non verbali o “profondi” ed alle immagini mentali che visualizziamo, ma la maggior parte dei pensieri non verbali ed i ricordi memorizzati nel nostro cervello non risultano ancora accessibili dall'esterno oppure non ancora decifrabili attraverso la tecnologia in questione. Gli effetti fisici che l'operatore può causare nella vittima vanno dalla proiezione di falsi ingressi sensoriali di natura visiva, uditiva e tattile, ingressi che con una certa facilità possono essere identificati come disturbi e conseguentemente ignorati, all'interferenza diretta nel sistema neurovegetativo con conseguente possibilità di morte, ad esempio per arresto cardiaco o respiratorio.
Questa tecnologia è impiegata oggi per monitorare costantemente determinate figure chiave politiche, scientifiche, militari e mediatiche in tutto il mondo, nonché per compiere operazioni psicologiche segrete ovunque si riveli necessario e porre così in stato di sottomissione tutti coloro che prendono coscienza di una simile realtà, ad esempio ricattandoli grazie alla lettura dei loro stessi pensieri. Agli oppositori è poi riservato un programma di screditamento ed autodistruzione sociale, psicologica ed infine fisica, che tipicamente si conclude con l'induzione al suicidio della vittima, con un incidente mortale causato artificialmente oppure con una morte apparentemente naturale. Visti dall'esterno, questi appariranno semplicemente come casi di pazzia, dato che in psichiatria  la semplice percezione di una voce è considerata un sintomo sufficiente per tale diagnosi. L'obiettivo, manco a dirlo, è quello di imporre un dominio assoluto sul mondo ma stavolta, a differenza di quanto avveniva ai tempi di Hitler o Stalin, esiste lo strumento che può permetterlo attraverso un subdolo colpo di stato globale che sta avvenendo all'insaputa del grande pubblico. L'agenzia che detiene il monopolio di questo strumento non permette che altri ne sviluppino di anche solo lontanamente simili ed è quindi verosimile che le figure in grado di farlo, soprattutto scienziati, vadano incontro alla stessa sorte degli oppositori, assieme a tutti coloro che sono in grado di contrapporre più tradizionali forme di resistenza come una rappresaglia nucleare in caso di guerra. Prima di dare la colpa di tutto ciò al presidente americano, è opportuno però ricordare che tale tecnologia garantisce a chi la gestisce direttamente un potere abbastanza grande da consentirgli di svincolarsi dal controllo di qualunque autorità superiore, dunque anche politici, scienziati, militari e giornalisti statunitensi non vengono risparmiati dal trattamento precedentemente descritto. Senza entrare in dettagli la cui esposizione richiederebbe molte altre pagine, si segnala che la storia dell'attacco alle Torri Gemelle e quella di svariati altri fatti di cronaca italiana ed internazionale dovrebbero forse essere riscritte alla luce dell'esistenza di questa “tecnologia proibita”. Il parere dello scrivente è che il potere che questa tecnologia conferisce sull'umanità sia così enorme da corrompere inevitabilmente chiunque lo detenga e trascinare così il mondo futuro nel caos.


Per eventuali approfondimenti si possono consultare i siti:
  http://rudy2.wordpress.com/testimonianza-di-un-ingegnere-informaticovittima-di-controllo-mentale-remoto, http://www.associazionevittimearmielettroniche-mentali.org/giotti2.htm, Pececelink mailing list : Diritti Globali
gizmag: http://www.gizmag.com/darpa-neural-interface/41434/

Un caso italiano di controllo mentale remoto.

Oggetto: resoconto su tecnologie e metodologie di controllo mentale remoto di cui sono oggetto dal 5/1/2010.

Autore: Prof. Ing. Andrea Giotti, Ph. D. (laureato in Ingegneria Informatica, dottorato in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni, abilitato alla libera professione ed all'insegnamento
della Matematica negli istituti superiori ed attualmente impiegato come docente di quest'ultima).

Revisione: 1.22
Data prima stesura: 17/3/2010
Data ultima revisione: 22/3/2010

Motivazioni del trattamento di cui sono oggetto:

Sconosciute, ma presumibilmente riconducibili alla volontà di occultare per sempre i ricordi riemersi da una serie di blocchi psicologici da me subiti nel contesto di ben cinque operazioni psicologiche dei servizi (presumibilmente SISMI e/o CIA) avvenute negli anni 2003, 2004 e 2007 e che io ho parzialmente denunciato alle forze dell'ordine senza alcun risultato concreto. Queste operazioni sono state a loro volta presumibilmente causate da un grossolano errore nella valutazione della pericolosità sociale della mia persona, errore con ogni probabilità indotto da superiori e colleghi appartenenti all'ambiente universitario con cui avevo avuto conflitti di natura professionale durante lo svolgimento del mio dottorato di ricerca. In alternativa, si può ipotizzare che la causa del trattamento sia stata il mio imbattersi fortuito in qualche informazione riservata durante le mie ricerche sul Web riguardo ad alcuni "misteri" della recente storia italiana (ad esempio quello del perito informatico impiccatosi a Roma in quegli anni), informazioni sulla cui rilevanza non ho però alcuna certezza. Inoltre è opportuno sottolineare che durante le prime due operazioni psicologiche ho avuto modo di osservare da vicino un'arma portatile ad energia diretta, il cui aspetto esteriore ricorda quello di un telecomando ed il cui scopo è di causare un blocco psicologico senza lasciare tracce. Quest'arma è ovviamente segreta e sospetto che contenga un LASER ad anidride carbonica di bassa potenza, forse ad impulsi, con un'antenna a riflettore di tipo Cassegrain a geometria variabile che determina l'apertura del fascio di radiazione infrarossa e conseguentemente la sua densità di potenza, anche se non ho alcuna certezza in proposito. Da quando ho recuperato il ricordo di tale arma sono evidentemente diventato un testimone particolarmente scomodo e questo può motivare un trattamento come quello descritto nel seguito. Il trattamento in sé può quindi essere classificato in una delle seguenti categorie: operazione mirante alla tutela di un segreto mediante la mia distruzione fisica e/o sociale, vendetta personale, esperimento scientifico o pesante intimidazione.

Tecnologie impiegate nel trattamento:

Fasci di onde o particelle di natura sconosciuta, ma capaci di operare a rilevanti distanze (costantemente attivi durante alcuni miei spostamenti di centinaia di chilometri, come sul tragitto Pistoia-Roma e ritorno) e per lunghi periodi di tempo (costantemente attivi dal 5/1/2010 ad oggi), in grado di attraversare mura di edifici, carrozzerie di auto, la struttura di una macchina diagnostica a risonanza magnetica nucleare e le superfici di vari materiali metallici con cui ho tentato di proteggermi. L'ipotesi più probabile, anche se forse non pienamente compatibile con tutte le precedenti osservazioni, è che si tratti di sottilissimi fasci di onde elettromagnetiche coerenti, quali quelli generabili da un MASER, modulati in bassa frequenza ed irradiati da proiettori altamente direzionali, verosimilmente situati su uno o più satelliti artificiali in orbita terrestre, forse satelliti spia. Inoltre, è possibile che più fasci vengano irradiati verso lo stesso volume di spazio e provochino i loro effetti attraverso un meccanismo di interferenza costruttiva. In subordine si può ipotizzare che tali onde non siano coerenti ma vengano irradiate da apposite antenne e siano però accordate sulle frequenze di risonanza di determinati "circuiti nervosi" del corpo umano. Ancora più misteriosa è la tecnologia utilizzata per leggere le correnti elettriche circolanti sui medesimi "circuiti nervosi", tecnologia che potrebbe essere derivata dalla magnetoencefalografia ed in questo caso impiegherebbe dispositivi di tipo SQUID (Superconducting Quantum Interference Device). Quest'ultimo termine è stato usato dalla mia controparte per denominare genericamente questo tipo di operazione di controllo mentale, ma forse solo come semplice copertura di una tecnologia che nella sostanza resta per me sconosciuta.

Applicazioni delle tecnologie impiegate agli esseri umani:

Rilevazione remota delle correnti elettriche naturalmente circolanti attraverso i neuroni del cervello e del sistema nervoso umano ed induzione di altre correnti, sovrapposte alle prime, attraverso i fasci precedentemente descritti. Il processo di rilevazione (o "lettura") è finalizzato all'applicazione a mio parere più incredibile, cioè la misurazione a distanza delle correnti corticali (la cui espressione macroscopica sono le onde cerebrali) e la loro interpretazione biologica, processo capace di implementare l'acquisizione di parole, immagini e suoni dal nostro cervello. Le immagini sono quelle da noi percepite attraverso il canale visivo e vengono presumibilmente acquisite leggendo l'attività del nervo ottico, del chiasmo ottico o della memoria visiva, mentre i suoni sono quelli percepiti attraverso il canale uditivo e vengono presumibilmente acquisiti leggendo dal nervo acustico. Questo processo consente inoltre una sorta di lettura del pensiero cosciente, presumibilmente rilevando l'attività elettrica sia dei centri del linguaggio, da cui vengono lette intere frasi che il soggetto sta pensando ma anche parole prive di senso compiuto, che dalla memoria visiva, da cui vengono lette le immagini mentali che il soggetto sta visualizzando. Fortunatamente, tale processo non consente però l'accesso ai ricordi memorizzati nel cervello umano, che non appare ancora possibile. Il processo di induzione (o "scrittura") è invece finalizzato a generare "voci" (che sono percepite come se risuonassero nella testa della persona bersaglio del fascio, denominata nel seguito "vittima") presumibilmente scrivendo sul nervo acustico o direttamente nei centri del linguaggio, generare acufeni attraverso una tecnica analoga, generare primitive immagini luminose (che vengono visualizzate ad occhi chiusi e ricordano l'attività fosfenica) presumibilmente provocando onde retiniche sul nervo ottico o nel chiasmo ottico, causare episodi di tachicardia, bradicardia, fibrillazione e forse anche arresto cardiaco presumibilmente sovrapponendosi all'onda T del cuore, deprimere l'attività respiratoria involontaria, causare contrazioni muscolari incontrollate presumibilmente eccitando i nervi periferici, indurre una sensazione soggettiva di forte accelerazione presumibilmente scrivendo sui nervi connessi all'orecchio interno, causare emicranie fortissime o altri dolori atroci nel resto del corpo presumibilmente stimolando le terminazioni nervose deputate alla percezione del dolore, indurre sonnolenza, causare un'erezione in assenza di qualunque stimolo di natura sessuale, causare contrazioni intestinali, provocare un'emozione che può essere descritta come un misto di paura/vergogna/rabbia presumibilmente stimolando il sistema limbico. Combinando lettura e scrittura si può dunque implementare una sorta di comunicazione telepatica bidirezionale, mentre attraverso la sola scrittura si può vessare il soggetto in molti modi diversi e probabilmente anche ucciderlo. La scrittura delle frasi può inoltre avvenire in modo sincrono, nel qual caso esse possono essere verbalizzate durante la loro trasmissione, come se venissero lette da un testo, o asincrono, nel qual caso possono essere verbalizzate dopo la loro trasmissione semplicemente ripetendo l'intera frase che è comparsa nella mente del soggetto. Dato che questi fasci erano attivi anche durante un elettroencefalogramma a cui mi sono sottoposto, i loro effetti sono stati registrati su carta come una inspiegabile attività theta nell'emisfero sinistro in stato di veglia.


Utilizzo delle tecnologie nel contesto di una operazione psicologica:

Il dispositivo che genera i fasci è controllato da un operatore remoto, verosimilmente attraverso un collegamento satellitare. Questo operatore è sicuramente un essere umano che può occasionalmente avvalersi di software di supporto ma conduce personalmente l'operazione psicologica durante tutta la sua durata. Il dialogo con l'operatore del dispositivo è comunque indispensabile perché l'operazione abbia luogo, dunque egli deve conoscere perfettamente la lingua della vittima. Non ascoltare le frasi pronunciate dall'operatore e trasmesse attraverso il fascio è assai difficile, mentre è possibile e consigliato non rispondergli. I contenuti delle frasi pronunciate dall'operatore ricalcano quelle delle più comuni paranoie (quali manie di persecuzione, delirio mistico, ecc.), in modo che tutte le persone appartenenti al contesto sociale della vittima credano che egli sia affetto da turbe psichiche, quindi è del tutto inopportuno verbalizzarli di fronte ad estranei. L'operatore può spacciarsi per chiunque, ad esempio il diavolo, un alieno o un alto ufficiale dei servizi del proprio paese (quest'ultima è la versione che mi è stata proposta all'inizio dell'operazione psicologica che sto descrivendo). Demistificare i casi più improbabili è abbastanza facile, in quanto l'operatore si rivela prima o poi come un comune essere umano, e nel mio particolare caso si tratta probabilmente di un soggetto cresciuto in Italia centrale, che ha fatto studi classici, politicamente di destra, agnostico, con una superficiale preparazione in fisica ma una buona preparazione in psicologia, mentre non sono riuscito a carpirgli nessuna informazione più specifica anche a causa della sua scelta di non rivelarmi niente che già non potessi sapere in precedenza (scelta che ha senso sia come norma generale di prudenza che nell'ottica di un confronto della vittima con uno psichiatra che debba decidere se le "voci" sono frutto di una psicosi). Attraverso opportuni filtri può inoltre alterare il proprio timbro di voce in modo da simulare la presenza di più persone che controllano il dispositivo, di solito sedicenti collaboratori o superiori gerarchici. Tra le tecniche di manipolazione impiegate dall'operatore c'è l'assertività, gli ordini contraddittori, la "doccia fredda" (illusione seguita da delusione), la suggestione attraverso messaggi subliminali anche durante il sonno e la privazione del sonno stesso come risorsa estrema, ma almeno in linea di principio ogni tecnica di manipolazione tradizionale può essere utilizzata. Queste tecniche vengono rafforzate inducendo opportune emozioni, stati di tensione e dolori tali da configurare una vera e propria tortura ed in questo contesto il controllo del battito cardiaco e l'emicrania sono probabilmente le peggiori. Il programma eseguito dall'operatore è convenzionalmente chiamato "distruzione", e passa attraverso lo screditamento della vittima, il suo isolamento sociale, l'induzione di nevrosi e psicosi ed infine la morte per suicidio, arresto cardiaco o incidente d'auto causato dalla sensazione soggettiva di accelerazione, che è quasi paralizzante, o da improvvise contrazioni muscolari durante la guida. Per screditare un soggetto lo si deve spingere a compiere azioni contro il buon senso, la legge o la morale fino ad indurlo a veri e propri atti di autolesionismo, quindi le "voci" potranno ad esempio ordinare alla vittima di distruggere gli oggetti a cui è maggiormente legato (non necessariamente quelli di maggior valore), compiere atti osceni in luogo pubblico, investire un pedone, aggredire le persone care, mutilare progressivamente il proprio corpo, saltare attraverso una finestra o sotto un'auto in corsa e così via (tutti questi esempi sono tratti dalla mia esperienza personale). La scelta di distruggere una persona prima di eliminarla non è dovuta a semplice crudeltà ma alla necessità di screditarne le affermazioni relative sia ai segreti eventualmente posseduti in precedenza che alla natura dell'operazione in corso, minimizzando così il rischio di imbarazzanti inchieste che più difficilmente vengono aperte se il soggetto è caduto in disgrazia sul piano sociale ed è stato rinnegato da parenti ed amici.

Situazione personale corrente ed altre indicazioni:

L'operazione a cui sono soggetto è ancora in corso e terminerà probabilmente con la mia distruzione. Questo documento è stato scritto solo sulla base della mia esperienza personale ed eventuali inesattezze possono essere imputate solo a me. Il mio maggiore rammarico è quello di non aver compreso maggiori dettagli sulla tecnologia in questione e soprattutto sui possibili strumenti di difesa da questi fasci di onde o particelle, che risultano tanto incredibili alla luce dell'esperienza comune quanto reali alla luce della mia esperienza personale. Intuitivamente, una massa sufficientemente grande dovrebbe arrestare la maggior parte delle interazioni fisiche note, ma vivere per sempre nelle profondità di una miniera non è una scelta per me praticabile. Invito chi dovesse leggere questo documento a pubblicarlo sul Web ed altrove, omettendo solo il mio successivo recapito che allego esclusivamente per consentire un eventuale contatto.


Aggiornamento ed integrazione del resoconto da me scritto tra il 17/3/2010 ed il 22/3/2010

Revisione: 1.02
Data prima stesura: 18/10/2010
Data ultima revisione: 1/12/2010

Il trattamento denominato convenzionalmente “SQUID”, riguardo al quale ho riferito nel dettaglio nel precedente resoconto, è stato protratto dal 5/1/2010 fino alla data odierna. Durante questo periodo ho potuto sperimentare nuovi effetti fisici rispetto a quanto illustrato in precedenza, quali la percezione di deboli suoni simili a clicchettii, presumibilmente ottenuti stimolando il nervo acustico, un acuto dolore intermittente ai timpani, una serie di forti crampi ai polpacci, un forte dolore a tutta la dentatura, una strana sensazione pulsante alle gambe, una sensazione di sfioramento sulla pelle del capo, una lieve sensazione di intorpidimento delle mani e perfino una forte sensazione di calore accompagnata da arrossamento della pelle, presumibilmente ottenuta attraverso un effetto termico indotto dai fasci di onde o particelle a cui facevo riferimento nel precedente resoconto. Questo è il primo esempio di effetto non spiegabile attraverso una semplice stimolazione del sistema nervoso e viene documentato dalla foto allegata, che mostra una irritazione cutanea di forma approssimativamente ellittica comparsa sul mio braccio durante la notte precedente al momento in cui è stata scattata la foto in questione e progressivamente scomparsa durante i giorni seguenti.

Inoltre, un esperimento di grande rilevanza che ho compiuto è costituito dalla discesa in una caverna (la Grotta del Vento, in provincia di Lucca), durante la quale la “voce” con cui dialogo quotidianamente da mesi è rimasta forte e chiara nonostante la presenza di una grande massa di roccia che in teoria avrebbe dovuto schermare eventuali onde elettromagnetiche dirette verso il mio cervello ed il mio sistema nervoso, oltre a quelle emesse da quegli stessi organi. Questo esperimento rimette in discussione tutte le mie precedenti ipotesi sulla natura dei fasci di onde o particelle in grado di causare gli effetti che ho descritto.

Per quanto riguarda l'arma portatile ad energia diretta simile ad un telecomando, riguardo alla quale ho riferito sommariamente nel precedente resoconto, mi sembra opportuno aggiungere ulteriori dettagli in proposito in quanto l'ipotesi che ho formulato sulla sua tecnologia potrebbe cadere se esso risultasse frutto delle medesime ricerche che hanno prodotto lo “SQUID”. Il dispositivo è di colore grigio e presenta vari pulsanti sulla sua superficie superiore, le sue dimensioni sono maggiori di quelle di un comune telecomando da videoregistratore e da esso si distingue per una sorta di antenna a riflettore ellittica, di color argento ed incassata nel frontale. All'interno della presunta antenna è sospeso un piccolo disco mobile, che si sposta a seguito della pressione di due pulsanti e causa una variazione dell'intensità degli effetti che il fascio di onde o particelle emesso dal dispositivo induce sulla vittima. Tale fascio è invisibile e la sua emissione non è accompagnata da alcun tipo di effetto luminoso o sonoro, mentre è più difficile escludere la presenza di una sorta di vibrazione che sembra invece saturare l'aria. La sensazione che si prova quando si viene colpiti dal fascio è assai dolorosa e può essere descritta approssimativamente come uno strano ibrido tra un intenso calore ed una scossa elettrica, modulata secondo impulsi di frequenza sufficientemente bassa da essere percepibili. Questa sensazione ha un'insorgenza istantanea e termina altrettanto bruscamente quando il dispositivo viene spento, senza lasciare alcun tipo di dolore residuo. Il dispositivo viene impugnato tenendolo alla massima distanza possibile dal corpo del portatore e quando il fascio è acceso è pressoché impossibile per la vittima avvicinarsi alla sua sorgente. Gli effetti percepiti sembrano maggiori sulla testa e massimi sugli occhi, fino al punto di indurre nella vittima uno stato di completo stordimento quando questi ultimi vengono scelti come bersaglio e l'intensità è sufficientemente elevata, ma un paio di comuni occhiali da vista sembrano in grado di attenuarne gli effetti (ho provato a toglierli e rimetterli durante la tortura a cui sono stato sottoposto). Stimare l'apertura del fascio è problematico in quanto esso è totalmente invisibile, ma ad una distanza sufficiente sembra in grado di investire l'intero corpo umano attraversando i vestiti, che non riportano alcun danno evidente. Il fascio sembra inoltre capace di riflettersi sui muri interni di una stanza, fatto inspiegabile alla luce della mia precedente ipotesi sulla sua natura. Il dolore e lo stupore che si provano quando si è oggetto di un simile trattamento, uniti agli effetti psicotropi di qualche sostanza ad assorbimento epiteliale che viene spruzzata sulla vittima durante la tortura, sono stati nel mio caso sufficienti ad indurre un blocco psicologico con conseguente rimozione dell'esperienza vissuta.

Contesto in cui sono maturate le operazioni psicologiche di cui sono stato oggetto nell'anno 2003

Revisione: 1.02
Data prima stesura: 11/2/2011
Data ultima revisione: 13/2/2011

Scopo del presente documento è quello di inquadrare l'origine di questa persecuzione nel suo naturale contesto, cioè gli eventi immediatamente precedenti la prima operazione psicologica da me subita. In quel periodo ero un assiduo frequentatore dei siti di alcuni giornali online e di agenzie di informazioni quali ANSA ed avevo notato alcune notizie curiose, che allora non avevano per me alcun significato particolare, successivamente non confermate o perfino rimosse dagli archivi di quegli stessi organi di informazione. Specifico che i siti in questione non erano di cosiddetta “controinformazione” ma generalmente riconosciuti come assai attendibili. La maggior parte di queste notizie non sono più reperibili sul Web, per quante ricerche si possano fare, ma sul momento alcune di esse raggiunsero anche media maggiori quali i telegiornali nazionali. Il fatto che oggi sia impossibile trovarne conferma suggerisce una capillare opera di manipolazione dell'informazione, a mio avviso riconducibile alle stesse strutture che si sono rese responsabili delle operazioni psicologiche da me subite. Mi limiterò a compilare un elenco di queste notizie senza trarne particolari conclusioni ma devo premettere che per la maggior parte di esse non sono in grado di citare date precise, in quanto allora non avevo alcuna consapevolezza della loro rilevanza. È anche possibile che non tutti i miei ricordi in proposito siano esatti, ma devo aggiungere che possiedo un'ottima memoria e sarei disposto a scommettere su una loro percentuale di accuratezza assai elevata.
1)    In data 11/9/2001 il TG4 è il primo telegiornale a fornire copertura dell'attacco alle Torri Gemelle ed il giornalista di turno si fa portavoce di tutte le notizie diffuse dai network americani, così come giungono in Italia. Ad un certo punto ci informa del fatto che per compiere il dirottamento “sarebbero stati usati dispositivi ad ultrasuoni”, ma successivamente la tesi che si afferma è che siano state invece usate le forchettine per la colazione distribuite sugli aerei. Dato che quel giorno ho guardato molti telegiornali, è comunque possibile che, anziché il TG4, sia stato il TG5 o un'altra testata nazionale a riferire questa prima indiscrezione.
2)    Durante il corso dell'anno 2003 viene perquisito il covo romano delle “Nuove Brigate Rosse” ed il TG1 delle 13:30 ci mostra un tavolino ricoperto dagli oggetti sequestrati durante la perquisizione, tra cui un paio di strani apparecchi simili a telecomandi, mentre il giornalista di turno ci informa del fatto che tra gli oggetti sequestrati ci sono anche “dispositivi ad ultrasuoni in uso ai servizi”. Tali apparecchi scompaiono però dalla edizione delle 20:00, quando vengono sostituiti da più generiche “tessere dei servizi” (presumibilmente il NOS), tessere di cui peraltro non si parla più nei giorni successivi.
3)    Durante il corso dell'anno 2002 o 2003, a seguito di una notizia dell'agenzia ANSA che ricordo benissimo, il TG1 delle 20:00 ci informa di una tentata rapina, avvenuta in una banca di Roma, in cui il cassiere sarebbe stato “ipnotizzato con un telecomando” da un rapinatore solitario, arrestato dalla polizia al termine della rapina stessa. Nei giorni successivi non se parla più.
4)    Durante il corso dell'anno 2002 o 2003, una notizia dell'agenzia ANSA riferisce di una rapina avvenuta in una banca di una delle maggiori città del Brasile, il cui nome non ricordo più, ad opera di un gruppo di persone “armate con telecomandi”.
5)    Molti anni prima dei fatti fin qui riferiti, uno sceicco mediorientale viene ucciso da un suo parente, che ne stermina contestualmente l'intera famiglia in un raptus di follia. Il parente sostiene di aver ricevuto l'ordine di farlo da un angelo con un telecomando in mano, portavoce della volontà di Allah. Ricordo questa notizia in modo meno nitido delle altre, quindi la sua attendibilità potrebbe essere minore.
6)    Durante il corso dell'anno 2002, il perito informatico Michele Landi, che era stato consulente dell'inchiesta sulle “Nuove Brigate Rosse”, viene trovato impiccato nella sua abitazione di Roma. Un suo sito Web (denominato “sgawuana”, parola non più reperibile sul Web) era stato penetrato e cancellato da ignoti pochi giorni prima della sua morte. Agli amici aveva confidato di aver ricevuto un DVD contenente un enorme segreto e di sentirsi braccato. Una notizia dell'agenzia ANSA riferisce che nel DVD ci sarebbe stata, steganografata all'interno di un'immagine della torre Eiffel, una mappa di Roma con indicati depositi di armi non meglio precisate. Un suo vicino di casa sostiene di aver sentito persone dall'accento toscano discutere animatamente fuori della sua porta la notte stessa della sua morte. Il giorno dopo viene immediatamente mobilitato il RACIS dei Carabinieri per compiere perizie sul suo corpo e sull'ambiente, ma l'inchiesta si arena e nessun giornalista ne parla più.
7)    Durante il corso dell'anno 2002 o 2003, viene trasmesso dalle principali reti televisive il trailer di un film americano dal titolo “Mobbing”, da non confondersi con l'omonimo film italiano. In questo trailer si parla di una non meglio precisata agenzia, ai cui dipendenti vengono fatti scordare alcuni eventi da un gruppo di psicologi che opera in un'apposita stanza, il cui numero non ricordo. All'inizio del trailer viene mostrata una rastrelliera piena di telecomandi, uno dei quali è mancante, e successivamente si vede che uno di questi telecomandi viene utilizzato per causare un malore ad un non meglio precisato oratore di fronte al suo pubblico, senza alcun effetto collaterale visibile. Il film non esce mai ed ufficialmente non è mai stato prodotto.
8)    Durante il corso dell'anno 2002 o 2003, viene trasmesso dalle principali reti televisive il trailer di un film dal titolo “La ventunesima armonica”, in cui si mostra l'autopsia di un cadavere lesionato al sistema ventricolare cerebrale ed in particolare all'acquedotto del Silvio (vedi la teoria della cavitazione per risonanza, sviluppata nel contesto del progetto MKULTRA), mentre un musicista sostiene di voler produrre un suono perfetto ed il suo non meglio precisato interlocutore obietta che un simile suono potrebbe anche uccidere. Il film non esce mai ed ufficialmente non è mai stato prodotto.
Si confronti adesso quanto qui riferito con la descrizione dell'arma ad energia diretta, simile ad un telecomando, contenuta nel mio resoconto e soprattutto nel suo aggiornamento. Personalmente ritengo che l'ipotesi del dispositivo ad ultrasuoni non regga ad un'analisi tecnica e siano da preferirsi l'ipotesi del LASER infrarosso o, ancor meglio, quella relativa all'impiego di una nuova e sconosciuta tecnologia, magari la stessa impiegata per compiere il trattamento che nel mio resoconto ho denominato “SQUID”.

Precisazioni

Questa sezione è frutto di un dialogo tra me e l'AISJCA-MFT, che ha richiesto alcuni chiarimenti prima di ospitare i documenti da me redatti sul proprio sito Web.

1) Nei documenti precedenti, i fatti sono nettamente distinti dalle mie ipotesi personali (con avverbi quali "presumibilmente", ecc.) ed a più riprese confesso la mia ignoranza relativamente alla reale natura della tecnologia utilizzata nei miei confronti. D'altra parte, ho sperimentato in modo diretto sia tutti gli effetti fisici precedentemente elencati (tachicardia, attività fosfenica, acufeni e quant'altro) che quelli psicologici (voce che istiga all'autolesionismo, commenta i miei pensieri, tenta di fiaccare la mia resistenza ed in ultima analisi di mettermi un uno stato di sottomissione psicologica nei confronti di una non meglio precisata agenzia). Dato che questi fenomeni si sono verificati ininterrottamente dall'inizio dello scorso Gennaio fino ad oggi, la quantità di effetti da me personalmente sperimentati è nel complesso abbastanza impressionante ed in questo momento non ho la forza di dettagliarli in un nuovo resoconto, in quanto un'analisi particolareggiata finirebbe inevitabilmente per produrre un documento di molte pagine.

2) Per quanto riguarda le operazioni psicologiche da me subite negli anni 2003 e 2004 e successivamente denunciate alle forze dell'ordine, abbiamo ritenuto di non allegare le relative denunce in quanto troppo ricche di particolari privati. Da queste ho intenzionalmente omesso ogni riferimento all'arma non letale che è stata usata su di me in due delle occasioni ivi descritte perché stufo di essere considerato pazzo dai miei interlocutori istituzionali. Né in tale periodo, né precedentemente mi è comunque mai accaduto di sentire "voci" o di sperimentare effetti fisici quali quelli descritti nei documenti precedenti. Quello che resta nelle suddette denunce è una squallida storia di blocchi psicologici e di un incidente d'auto causato artificialmente.

3) Per quanto riguarda il modo di esprimersi della "voce" che mi accompagna costantemente, posso fare alcuni brevi esempi senza la pretesa di risultare esaustivo: tra i modi di dire particolari, ad esempio l'espressione "fregnacce" (che io non uso mai e mi risulta essere romana), l'utilizzo del verbo "preservare" come sinonimo di tutelare la vita di qualcuno (che potrebbe essere derivata dall'inglese e che nei mesi ho iniziato ad usare anch'io), la locuzione "la vede così?" come forma dubitativa relativamente a qualche mia opinione non condivisa dal mio interlocutore. Tra le minacce, "sua madre è morta davvero" (ricorrente, quel "davvero" potrebbe derivare da un "really"?), istigazioni al suicidio quali "salti dalla finestra", "corra sotto quell'auto" o "si cavi un occhio" (queste ultime due sentite una sola volta, all'inizio di questa allucinante esperienza), "tiri un pugno a sua madre", ecc. Per inciso, la prima volta che ho sentito la "voce", questa si è qualificata come una comunicazione telepatica da parte dei vertici dei servizi italiani, cosa a cui non credo affatto, finalizzata a reclutarmi in tale organizzazione come "operatore allo SQUID" (vedi precedenti documenti). Per maggior chiarezza, che gli SQUID c'entrino o meno in questa tecnologia, è il proprietario della "voce" ad essere un cosiddetto "operatore allo SQUID".

4) Alla "telepatia artificiale" possono credere solo persone di mentalità particolarmente aperta o che le abbiano subite in prima persona, come me. Già i riferimenti all'arma non letale simile ad un telecomando sono più facili da digerire per un pubblico non introdotto a questi argomenti. Per quanto riguarda il documento che descrive il contesto in cui sono maturate le operazioni psicologiche, esso:
a) Testimonia una incredibile opera di cover-up successivo e non preventivo, che può essere costato anche qualche vita (vedi Landi) e sicuramente qualche blocco psicologico ai giornalisti coinvolti.
b) È legato a fatti di cronaca che, seppur per la maggior parte non più reperibili, hanno ricevuto attenzione da parte dei media "ufficiali" e non solo dagli organi di "controinformazione".
c) Potrebbe facilmente essere riscontrato dal grande pubblico, in quanto le notizie che cito hanno ricevuto una certa diffusione anche se non sono ancora state correlate tra loro. Anche organi di pubblica sicurezza o di intelligence potrebbero trovarvi la chiave di lettura di alcuni "misteri" italiani.
d) Rappresentano la situazione italiana del 2002/2003, in cui il nostro paese sembra avere una sovranità davvero limitata: notizie cancellate, film che scompaiono, ecc. Avete idea dell'impatto che questi fatti potrebbero avere sull'opinione pubblica del nostro paese se venissero comunemente riconosciuti?
Faccio un esempio: ci sono innumerevoli teorie "complottiste" dietro al crollo delle Torri Gemelle, ma NESSUNA cita il possibile uso di armi non letali per il dirottamento (fornite da chi ed a quale scopo?) nonostante il fatto che la notizia sia uscita su di un telegiornale nazionale. Che fine hanno fatto le fonti che l'hanno riferita? Come mai nessun giornalista sembra averla considerata? Dall'altra parte ci sono circa 3000 morti e per qualcuno averne uno in più o in meno potrebbe non fare alcuna differenza.

Documentazioni

Irritazione cutanea da effetto termico:

irritazione cutanea da intenso effetto termico

La foto allegata mostra una irritazione cutanea di forma approssimativamente ellittica, simile alle figure presentate da Serge Labrèze, causata da un breve ma intenso effetto termico concentrato su quel punto del mio braccio, effetto sperimentato durante la notte precedente al momento in cui è stata scattata la foto in questione. Nelle vicinanze non c'era alcuna fonte di calore o altra possibile causa di un simile fenomeno. Gli effetti termici, che ho sperimentato finora in due sole occasioni, vanno ad aggiungersi alla lunga lista di effetti descritti nel precedente resoconto. Specifico che avevo gli occhi chiusi ed ero sdraiato sulla schiena, quindi non sono certo relativamente a possibili effetti luminosi, ma dubito che ce ne fossero. Sono certo di non aver avvertito suoni o odori, né dolori simili a crampi, ma solo una breve ed intensa sensazione di calore localizzata in quel preciso punto. In quel momento la "voce" che mi accompagna da Gennaio di quest'anno mi stava parlando, anche se non ricordo l'argomento preciso (si trattava comunque dei soliti discorsi vessatori, miranti a fiaccare la mia resistenza nei confronti del trattamento che ho precedentemente descritto).

Elettroencefalogrammi






Nonostante il fatto che la tecnologia impiegata non sia verosimilmente implementata attraverso gli SQUID, allego i collegamenti alle pagine di Wikipedia che trattano di questo tipo di dispositivi e la loro applicazione alla “lettura” ed alla “scrittura” delle correnti corticali del cervello umano. Lo stato dell'arte della tecnologia ufficialmente riconosciuta non consente però la decodifica di tali correnti e soprattutto non funziona a distanza, a differenza di quanto documentato nel mio resoconto.

Allego inoltre un collegamento illustrativo ad un interessante documento che ho trovato sul Web e che potrebbe avere a che fare con la mia vicenda personale, dato che illustra alcune tecniche di controllo mentale, usate dalla NSA americana, che non richiedono l'impianto di alcun chip. Non garantisco sull'accuratezza del suo contenuto ma mi sembra comunque opportuno sottoporvelo, data la sua rilevanza. Specifico che sono venuto a conoscenza di questo documento e di altri documenti analoghi solo successivamente alla stesura del precedente resoconto, che non è quindi stato in nessuna misura influenzato dalla loro lettura.

Suggerimenti alle vittime e ulteriori considerazioni

Suggerimenti per coloro che dovessero essere vittima di un'operazione psicologica analoga a quelle convenzionalmente denominate “SQUID”. Versione 1.0.

1)    Per quanto sia spiacevole doverlo ammettere, quando un soggetto inizia a sentire la “voce” ed i relativi effetti fisici è probabilmente condannato a morte. Prendere atto di questa condizione è difficile per chiunque, ma necessario per evitare un destino peggiore della morte stessa. Infatti, anche se questa tecnologia può verosimilmente uccidere a distanza, essa non può costringere direttamente il soggetto a compiere alcun atto contrario alla sua volontà mentre la pressione psicologica che può essere esercitata attraverso tale tecnologia può indurre indirettamente il soggetto a comportamenti autolesionistici. Ad esempio, il soggetto può essere indotto a screditarsi completamente attraverso la promessa di un esito positivo della vicenda, esito che però non si verificherà mai, in modo da rendere invece più facile la soppressione del soggetto stesso una volta screditato.
2)    Come già chiarito in un precedente documento, il principale obiettivo della “voce” è quello di distruggere gradualmente la vita del soggetto fino ad indurlo al suicidio. Questo processo può comportare pene assai maggiori di quelle che la “voce” può infliggere direttamente, come l'induzione a compiere un omicidio con conseguente reclusione in prigione o manicomio criminale. D'altronde, disobbedire alla “voce” ed avvalersi dell'aiuto di parenti, amici, medici e psicologi (purché di assoluta fiducia) può invece consentire il mantenimento di accettabili condizioni di vita fino al termine del processo, la cui durata si misura comunque in anni.
3)    Dal mio personale punto di vista, il suicidio non è mai una soluzione e si può trovare il coraggio di andare avanti a partire dall'esempio che alcuni malati terminali ci offrono.
4)    Gli ordini della “voce”mirano alla distruzione totale del soggetto, quindi è doveroso disobbedire ad essi ignorandoli completamente e facendo solo ciò che si sarebbe fatto in assenza di tali ordini (non sempre il contrario di quanto ordinato). Non tutti sono capaci di resistere a lungo, ma si deve sempre tenere presente che l'alternativa è quella di condannarsi da soli ad un inferno in terra, destino peggiore di quello a cui la “voce” può condannare attraverso le sue vessazioni.
5)    La “voce” mente pressoché sempre, quindi è del tutto inutile sforzarsi nel tentativo di raggiungere un qualunque tipo di accordo con essa.  In compenso, le sue menzogne possono confondere le idee del soggetto, quindi si suggerisce di non dare alcun credito alle sue affermazioni. Quando la voce illude il soggetto con false promesse è solo per deluderlo successivamente e fiaccare così la sua resistenza.
6)    La “voce” utilizza tecniche di manipolazione psicologica tradizionali (vedi un precedente documento per alcuni esempi delle stesse), quindi può essere opportuno informarsi su di esse per riconoscerle ed elaborare adeguate strategie difensive.
7)    La “voce” tenta, tra le altre cose, di far leva sui sensi di colpa del soggetto ed è quindi opportuno osservare che nessun essere umano merita un trattamento simile. L'agenzia che conduce una simile operazione non rispetta alcun vincolo di natura morale o giuridica ed è bene tenerlo sempre a mente.
8)    Non rispondere mai alla “voce” è consigliabile ma assai difficile. Si ricordi comunque che l'operatore può leggere i pensieri correnti (o verbali) e le immagini mentali che visualizziamo, ma probabilmente non decifra i pensieri profondi (non verbali) e sicuramente non accede ai ricordi contenuti nella nostra memoria. Se si desidera rispondere alla “voce” è opportuno dunque non fornirle spontaneamente nessuna informazione che non abbia già letto in precedenza.
9)    Non conviene mai verbalizzare le frasi pronunciate dalla “voce” di fronte ad estranei, in quanto l'operatore dispone di procedure attraverso cui simulare le più comuni psicosi. Anche interlocutori di mentalità particolarmente aperta considererebbero pazzo il soggetto che lo facesse.
10)    Informare un nutrito numero di persone su cosa sta accadendo è opportuno per prolungare la vita del soggetto, mentre è abbastanza inutile quando non controproducente presentare formali denunce presso le forze dell'ordine o parlare con franchezza dell'argomento con psichiatri che non siano di assoluta fiducia del soggetto. Una strategia che consente di vendicarsi efficacemente è quella di narrare la propria vicenda in una sorta di memoriale, da condividere con amici, associazioni di difesa dei diritti umani (meglio se specializzate in casi di manipolazione e controllo mentale) e servizi segreti di paesi alleati ed avversari degli USA (tra i primi gli europei, tra i secondi i russi ed i cinesi). Questi ultimi sono importanti perché un servizio segreto è uno dei pochi enti che dispongono della cultura e della capacità di analisi necessaria per riscontrare la plausibilità del racconto del soggetto ed un numero sufficiente di testimonianze concordanti può consentire loro di raggiungere una ragionevole certezza in proposito, così da poter avvertire le autorità politiche dei rispettivi paesi.
11)    È opportuno che il soggetto si renda conto del fatto che il memoriale di cui al punto precedente narra una storia quasi incredibile alla luce del senso comune, quindi è assolutamente controproducente alterarsi di fronte ad eventuali interlocutori scettici. Si dovrebbe inoltre selezionare gli interlocutori stessi per decidere cosa raccontare o omettere di fronte ad ognuno di essi, secondo un criterio di prudenza. Ad esempio, raccontare l'intera vicenda nel proprio ambiente di lavoro di solito comporta conseguenze negative per la propria carriera (sempre che a quel punto interessi ancora).
12)    Nonostante tutte le suggestioni contrarie della “voce”, è fondamentale ricordare che non esiste un complotto globale contro il soggetto e che tali paranoie non fanno altro che agevolare le manipolazioni ordite dalla “voce” stessa, in quanto esse tendono a generare comportamenti irrazionali che screditano il soggetto e lo isolano dal proprio contesto sociale.
13)    Nonostante siano del tutto comprensibili, i tentativi di difesa da questa tecnologia lasciano il tempo che trovano in quanto la “voce” ed i relativi effetti fisici non sembrano veicolati da comuni onde elettromagnetiche, quindi né schermature metalliche né grandi masse di roccia  possono offrire un'adeguata protezione. Si tratta probabilmente di un'interazione fisica completamente nuova o di un'applicazione completamente nuova di un'interazione fisica nota.
14)    Nonostante la scienza medica lo possa suggerire, l'uso di farmaci antipsicotici è parimenti inefficace (dato che non si tratta di una psicosi ma di una realtà oggettiva) e può invece essere pericoloso per il soggetto. Sonniferi ed antidolorifici possono talvolta offrire un limitato aiuto.
15)    Documentare il proprio stato di salute attraverso elettrocardiogrammi, elettroencefalogrammi, tomografie e risonanze magnetiche può rendere difficile l'applicazione di alcune tecniche di eliminazione, oltre a testimoniare a favore di un fenomeno di natura non medica. Nei limiti del ragionevole si suggerisce di sottoporsi ad alcuni di tali esami per escludere la presenza di patologie pregresse.


Ulteriori considerazioni sulla nuova tecnologia di controllo mentale remoto/uccisione remota sviluppata dagli USA nel corso degli ultimi anni ed attualmente a disposizione di una non meglio precisata agenzia governativa americana (presumibilmente la NSA). Versione 1.0.

1)    Il presente documento contiene considerazioni e deduzioni di natura personale, basate su di un esame per quanto possibile oggettivo dei fatti che sono stati riferiti nei precedenti documenti, ma suscettibili di potenziali inesattezze o parzialità in quanto frutto di un'analisi a posteriori.
2)    Una tecnologia come quella in oggetto richiede rilevanti progressi scientifici in almeno due aree. La prima di queste aree è la fisica fondamentale ed il progresso in questione consiste nello sviluppo di un nuovo vettore di interazione fisica (come a suo tempo furono le onde elettromagnetiche generate artificialmente) con caratteristiche di distanza, penetrazione e precisione mai viste prima (ad esempio, come se si fosse trovato il modo di canalizzare i neutrini o qualche altra particella esotica per farli interagire con la materia ordinaria).  La seconda di queste aree è lo studio del cervello e del sistema nervoso umano ed il progresso in questione consiste nella decodifica degli impulsi nervosi veicolati dai neuroni e nella loro interpretazione in termini di pensiero, parole ed immagini.
3)    È verosimile che le ricerche in queste due aree vengano indirizzate, quando non proprio soppresse, dalla suddetta agenzia e che scienziati esperti del settore (americani ma anche del resto del mondo) siano stati o siano tuttora soggetti a monitoraggio o vessazione tramite questa stessa tecnologia. Potrebbe essere opportuno esaminare le statistiche su casi di suicidio, pazzia o caduta in disgrazia sia di fisici che di esperti del cervello. Ad esempio, ho notato che il dispositivo per l'analisi del cervello basato sugli SQUID ed in sviluppo presso i laboratori di Los Alamos dal 1982 ha condotto ad una quantità di pubblicazioni veramente esigua se comparata alle potenzialità del dispositivo. Anche le ricerche su Internet contenenti determinate parole chiave, pertinenti alla tecnologia in oggetto, sono verosimilmente monitorate e coloro che, intenzionalmente o casualmente, fanno simili ricerche vanno incontro ai blocchi psicologici della suddetta agenzia.
4)    Il DVD che cito nel documento in cui riferisco notizie di cronaca potrebbe essere stato il tentativo di qualche figura organica alla suddetta agenzia (magari uno scienziato) di far conoscere al mondo i rischi che simili strumenti comportano. Ritengo che, tra coloro che hanno visto il suddetto DVD, nessuno sia sopravvissuto.
5)    Una simile tecnologia consentirà agli Stati Uniti di dominare il mondo ed è quindi verosimile che non solo scienziati, ma anche politici e militari europei, russi, cinesi e magari anche americani siano monitorati attraverso una simile tecnologia, che con ogni probabilità consente anche di uccidere a distanza senza lasciare tracce. Particolare attenzione sarà stata riservata alle figure in grado di scatenare una rappresaglia nucleare in caso di conflitto globale.
6)    L'agenzia governativa americana che ha il monopolio di questa tecnologia potrebbe operare in modo indipendente dalla volontà del presidente americano e tale sviluppo potrebbe (ma è solo un'ipotesi) aver coinciso con l'attacco al Pentagono durante la tragedia delle Torri Gemelle. Infatti, nel caos che è seguito a tale evento non sarebbe stato troppo difficile sopprimere le pochissime figure di collegamento con l'autorità politica incaricate di vigilare sull'impiego della tecnologia stessa.
7)    Gruppi terroristici che hanno operato negli Stati Uniti (Al Qaeda), in Italia (Nuove BR) ed in Brasile hanno avuto a disposizione armi sviluppate a partire dalla suddetta tecnologia (i cosiddetti “telecomandi”). Tali armi sono verosimilmente state usate anche per l'attacco alle Torri Gemelle. L'unica ragione razionale per cui simili strumenti possono aver ricevuto diffusione è il loro impiego al fine di rovesciare l'ordinamento democratico di paesi alleati ed avversari, in modo da completare il “colpo di stato globale” che la suddetta agenzia sembra avere tra i suoi progetti futuri.

Conclusioni

Oggetto: ultimi sviluppi dell'operazione psicologica di cui sono vittima

Autore: Prof. Ing. Andrea Giotti, Ph. D. (laureato in Ingegneria Informatica, dottorato in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni, abilitato alla libera professione ed all'insegnamento della Matematica negli istituti superiori ed attualmente impiegato come docente di quest'ultima).

Revisione: 1.00
Data prima stesura: 29/7/2011
Data ultima revisione: 29/7/2011

L'operazione psicologica denominata convenzionalmente “SQUID” è ancora in corso e non accenna a terminare. Durante questo periodo ho potuto sperimentare numerosi altri effetti fisici che non ho la forza di dettagliare adesso ma che si inquadrano tutti nel contesto di una stimolazione remota del cervello e del sistema nervoso. L'unico nuovo effetto che appare radicalmente diverso dai precedenti è costituito dalla percezione di un'immagine luminosa di nuovo tipo mentre mi trovavo ad occhi aperti in una zona di penombra. Non saprei dire se tale immagine corrispondesse ad un fenomeno esterno o fosse un'illusione proiettata sulla mia retina o in qualche punto retrostante del mio apparato visivo, ma essa ricordava un gomitolo luminoso multicolore di piccole dimensioni, fluttuante a mezz'aria e scomparso dopo pochi secondi dalla sua apparizione. Colgo l'occasione per segnalare che un altro effetto da me precedentemente percepito, ma non riferito nei precedenti documenti, è la percezione di una vibrazione a bassa frequenza mentre mi trovavo sdraiato nel mio letto, vibrazione che non saprei se attribuire a contrazioni dei muscoli delle gambe oppure ad una sorgente esterna di altro tipo capace di far vibrare direttamente la rete del letto. A tal proposito ho notato che la “voce” con cui dialogo quotidianamente, la cui preparazione in fisica potrebbe essere migliore di quanto precedentemente riferito, mi ha più volte interrogato riguardo ad un dispositivo chiamato SASER (laser a fononi), che sembra capace di indurre vibrazioni nei mezzi materiali. Tale dispositivo, seppur poco noto, è di dominio pubblico ma potrebbe avere applicazioni militari segrete e mi sembra dunque opportuno riferire in proposito nel presente documento nel caso esso avesse qualche relazione con la tecnologia effettivamente impiegata. La “voce” ha inoltre fatto più volte riferimento alla NSA come soggetto responsabile di una simile operazione, ma la mia conoscenza delle agenzie governative americane non è sufficiente da consentirmi una qualunque conclusione in proposito. Sul piano psicologico, è emerso che la “voce” non insiste più nel tentativo di farmi eseguire i vari punti del programma di “distruzione” ma, avendo fallito in questo compito, cerca di spingermi direttamente al suicidio, atto che sono certo non compirò mai, attraverso suggestioni miranti ad indurre stati depressivi. Ho inoltre intuito che la durata del programma di una tale operazione psicologica si misura in anni, con vessazioni progressivamente sempre più pesanti in modo da logorare la resistenza della vittima e simulare un lento decadimento psichico naturale, mentre un programma più breve ed intenso potrebbe suscitare sospetti negli eventuali testimoni. In questo periodo la “voce” mi sta inoltre sottoponendo ad un intenso programma di privazione del sonno, con lo scopo di farmi ricoverare in ospedale e successivamente sopprimere in tale contesto simulando una morte naturale per arresto cardiaco o respiratorio. Se questo non fosse possibile, provvederà probabilmente a causarmi un incidente d'auto mortale oppure farà intervenire agenti di una non meglio precisata agenzia per simulare il suicidio che non intendo compiere autonomamente in nessun caso. Mi sembra infine opportuno aggiungere che, tra le minacce frequentemente riferite dalla “voce”, c'è quella di causarmi un tumore al cervello che possa giustificare la percezione di una tale quantità e varietà di fenomeni. Non nutro speranze concrete di uscire dalla mia attuale situazione, quindi cercherò almeno di tenere informate quante più persone possibili sull'evoluzione della mia salute fisica e mentale.

Sunto per fisici

1)    Effetti veicolati da una interazione a lunga distanza
2)    Effetti di altissima precisione (sui singoli centri del sistema nervoso)
3)    Tra gli effetti, induzione di correnti elettriche (sul sistema nervoso)
4)    Tra gli effetti, quelli  termici (riscaldamento della pelle)
5)    Tra gli effetti, probabilmente anche quelli meccanici (vibrazioni di un oggetto materiale)
6)    L'interazione attraversa masse rilevanti
7)    L'interazione attraversa schermature elettromagnetiche
8)    L'interazione può essere prodotta anche da un dispositivo di bassa potenza (piccole dimensioni)
9)    Può essere utilizzata anche per misurare correnti elettriche debolissime (sul sistema nervoso)

English_translation: Testimony of an informatics engineer

Object to report the technique and methods of remote mental control in which I was subjected to from 5/1/2010.

Author Prof. Ing. Andrea Giotti, P.h.D. (diploma in Informatics Engineer)
Doctorate in Informatics Engineering and telecommunication, qualified as a Math teacher in high school education and working currently as such.

Revised 1.22
First draft dated 17/3/2010
Last revised date 22/3/2010

Internal index
Notes, free- sale.

Motivation of treatment in which I was subject to

Unknown, but presumably referring to the will to conceal forever the memoriest re-emerging from a series of psychological blocks personally suffered in context to the five psychological
Operations from services (presumably SISMI and or CIA) that took place in the years 2003, 2004,
and at 2007 when I partially denounced it to Police without any concrete results.
These operations at the same time presumably caused by gross error in valuating the social danger to myself, error with every probability induced by superiors and colleagues belonging to the University environment. With whom I have had conflicts of a professional nature during the progress of research for my doctorate. Alternatively one can suppose the cause of this treatment was due to the fact that I accidentally came across some reserved information during my research on the web regarding some “mysteries” about some Italian news stories. (For example the Informatics expert that hung himself in Rome in those years) Information that has no relevance although I cannot be sure.
Furthermore it is appropriate to underline that during the first two psychological operations I had the chance to get a near sight of a direct energy hand-gun, of which the external aspect looked like a remote control and its purpose is to cause a psychological block without leaving a trace.
This arm is obviously secret which I suspect contains a LASER of carbon dioxide at a low power, maybe by impulse, with a reflecting antenna Cass grain type with a variable geometry, which determines the open fire of infer-red radiation and consequently its power density, even though I have no certainty about this. Since I have recuperated the memory of this arm I have evidently become a particularly “uncomfortable” testimony and this could be the motive for the treatment I will describe as follows. The treatment in itself can be classified in one of the following categories.
Operations aimed at safeguarding a secret by means of my physical and or social destruction, personal revenge, scientific experiment or heavy intimidation.

Employed technology in treatment.

Binding waves or particles of unknown source, but able to operate at significant distances (constantly active during some of my movements of hundreds of kilometres, like the trip to Pistoia-Roma) and for long time lapses (constantly active since 5/1/2010 up to this day. able to go through walls and buildings, car panelling, the structure of a diagnostic nuclear magnetic resonance device and the surfaces of varies metallic material which I tried to protect myself with. The most probable
Assumption even though not completely corresponding to all the previous observations, is that we are dealing with superfine binds of electro-magnetic waves consistent with those generated with a MASER, modulated on a low frequency and radiated from highly directional projectors, most likely situated on one or more artificial earth orbit satellites, maybe spy satellites. Furthermore it is possible that more than one binding is radiated towards the same volume of space, which provokes their effect via a mechanism of constructive interference. Secondly we can suppose that these waves are not coherent but are radiated from special vents however they are tuned to the frequency of resonance that determines “nervous circuits” of the human body. Still more mysterious is the technology used to read the electric currents circulating on the same” nervous circuits”, technology that could be derived from a magnet encephalogram and in this case would use a SQUID type devise (superconducting quantum Interference Devise). This latter term was used by my counter-party to generally denominate this type of mental control operation, although maybe just as a simple cover up of a technology that in substance still remains unknown to me.

Applications of technology employed on human beings

Remote readings of naturally circulating electric currents through the neurons of the brain and human nervous system and the induction of other cortical currents overlapping the first, through binding previously described. The process of detection (or “reading”) is finalised by applying in my opinion most incredibly by measuring from a distance the cortical currents (expressed as macroscopic which are brainwaves) and their biological interpretation, a process that enables implementation of the acquisition of words, images and sounds from our brains The images are those that we perceive through the visual duct which are presumably acquired by the reading activity of the optic nerve, from the optic chiasm or the visual memory, while the sounds are those perceived through the ear passage which  presumably become acquired by reading the acoustic nerve. This process also consents a kind of conscious thought-reading, presumably revealing electrical activity both from language centres, where entire phrases the subject is thinking are read but also words that are unfinished and so senseless, that from visual memory, from which mental images are read which the subject is visualising. Fortunately this process does not consent however the access to recorded memory in the human brain, which is apparently not yet possible. The process of induction (or “writing” is instead finalised to generate “voices” (which are perceived as if resounding in the head of the target person of the band, named as follows “victim” presumably writing on the acoustic nerve or directly on the language centre, generating tinnitus through a similar technique, causing bright primitive images (that are seen with eyes closed and recall fisheye activity) presumably provoking retinal waves on the optic nerve or the optic chiasm, causing episodes of tachycardia, bradycardia, fibrillation and maybe even heart attack presumably overlapping the T wave of the heart, depriving  involuntary breathing activity , causing uncontrollable muscular contraction presumably exciting peripheral nerves, inducing a subjective sensation of strong  acceleration presumably writing on connected internal ear nerves ,causing acute migraine or other atrocious pain in the rest of the body presumably terminating nerve stimulation assigned for the perception  of pain ,inducing sleepiness, causing erection in absence of natural sexual stimulus, causing intestine contraction, provoking an emotion that can be described like a mixture of fear/shame/anger presumably stimulating the limbic system. Combining reading and writing so you can implement a kind of bi-directional telepathic communication, while through just writing you can oppress the subject in many different ways and probably also kill him. The writing of phrases can moreover occur in a synchronous way, in which case they can be verbalised during their transmission, just like reading a text, or asynchronous, in that case they can be verbalized after their transmission simply by repeating the whole phrase that arose in the mind of the subject. Due to the fact that these bands were also active during the electroencephalography (EEG), which I underwent, their effects were registered on paper like an unexplainable theta activity in the left hemisphere while awake.

Utilization of the technology in the context of a psychological operation:

A remote operator controls the device, which generates the bands, seemingly through a satellite connection. This operator is for sure a human being that can occasionally use supporting software but he personally conducts psychological operations during the whole time lapse. Dialogue with the connection operator is however indispensable for the operation to take place, thus he must know the victim’s language perfectly well. To not listen to the phrases pronounced by the operator is and transmitted through the band is very difficult, while it is possible and advised not to reply. The contents of the operator’s pronounced phrases imitate those of most common paranoia (like persecution mania, mystic delusion, etc). So that all the people belonging to the social context of the victim believe that he is suffering from psychological disturbances, so it is totally inapt to speak in front of strangers. The operator can pose as being anyone, for example the devil, an alien or a high rank military official from his own country (the latter is the version that was proposed to me at the beginning of the psychological operation which I am describing). Demystifying the most improbable cases is quite easy, in the fact that sooner or later the operator reveals himself as a normal human being, and in my particular case the subject was from central Italy, he studied classics, and politically he was right wing, agnostic, with a superficial knowledge of physics but well prepared in psychology, while I was not able to extract any more specific information also because it was his choice to not reveal anything that I didn’t already know (a choice that makes sense as standard prudence that in the prevision of a confrontation of the victim with a psychiatrist who must decide whether the “voices” are the result of a psychosis) .Through opportune filters he can also change the tone of his voice simulating the presence of more people that control the devise
Usually self styled collaborators or hierarchical superiors. Among the techniques of manipulation used by the operator there is assertiveness, contradictory orders, the “cold shower”(illusion followed by delusion), suggestion through sublime messages even during sleep and the deprivation of sleep used as extreme measures, but principally all the traditional manipulative techniques can be used. These techniques are reinforced inducing suitable emotions, states of tension and pain such as to pose a real torture and in this context the control of heart beat and migraine are probably the worst. The programme carried out by the operator is conventionally called “destruction”, and passes through discrediting the victim, his social isolation, inducing neurosis and psychosis and finally suicide,
Heart attack or car accident caused by subjective sensations of speed, which is almost paralysing,
Or sudden muscular contractions while driving. To defile a subject you must make him do things that go against common sense, the law or moral until he induces true acts of self- mutilation, so the “voices “could make for example the victim to destroy his most precious belongings (not necessarily the most expensive ones), making obscene acts in public, running over a pedestrian, attacking loved ones, progressively mutilating ones body, jumping out of a window or run over by a speeding car and so on (all these examples are part of my personal experience). The choice of destroying a person before elimination is not due to just simple cruelty but necessary to discredit the affirmations relative to the eventual secrets obtained in precedence that in the nature of the current operations, this way minimizing the risk of embarrassing enquiries which are all the more difficult to open if the subject has fallen in disgrace on a social level and has been rejected from family and friends.

Current personal situation and other indications:

The operation that I am subject to is still in progress and will terminate probably by my destruction.
This document has been written only on the basis of my personal experience and eventual inaccuracy can only be attributed to me. My main regret is that I haven’t understood the main details of this technology in question and above all on possible defence tools for these bands of waves or particles, that result so incredible in the light of my experience as much real in the light of my personal experience. Intuitively, a big enough mass should stop the major part of physical interactions known, but to live forever in a dark tunnel is not a passable choice for me, I invite every reader of this document to publish it on the web and elsewhere, omitting only my address that I attach exclusively to consent an eventual contact.

Update and integration of report written by me from 17/3/2010 -22/3/2010
Revised 1.02
First written 18/10/2010
Last revised 1/12/2010

The treatment conventionally named “SQUID”, regarding which I have given a detailed report, has been ongoing since 5/1/2010 until the present. During this period I have been able to experiment new physical effects regarding what I have previously illustrated, like the faint sound of something similar to clicking, probably obtained by stimulating the acoustic nerve, an acute intermittent pain in the eardrums, a series of intense cramps in my calves, intense pain in all my teeth, a strange pulsing sensation in my legs, a sensation skimming the skin on my head, a light numbness in my hands and
Even a strong sensation of heat followed by my skin becoming red, presumably obtained by a thermal effect induced by bands of waves or particles which I have already previously explained in my report. This is the first example of inexplicable effects through a simple stimulation of the nervous system and is documented in the attached photo that shows an oval shaped skin irritation, which appeared on my arm during the night before the photo was taken and gradually disappeared in the following days.
Furthermore, an experiment of great relevance that I did consisted in going down a cave (the cave of the wind in the province of Lucca), during which the “voices” with which I have had daily dialogues for months remained clear and strong despite the great mass of rock that in theory should have been acted as a shield against the electromagnetic waves directed towards my brain and nervous system, besides those emitted from the same organs. So this experiment put again in question all my precedent assumptions on the nature of bands of waves or particles able to cause the effects that I have described.
AS for the direct energy hand gun similar to a remote control, regarding which I have given a brief summary in my previous report, it seems to me fit to add ulterior details about the assumptions I formulated on its technology that could fail if this resulted the result of the same research that they produced with “SQUID. The grey coloured device has various buttons on its top surface, and its dimension is larger than that of an ordinary remote control for a video recorder, and is distinguished by an oval shaped kind of antenna, with a built in silver box at the front. Internally it has I presume antenna that is suspended by a small mobile disc, which moves according to the pressure on the two buttons and causes a variation of intensity from the effects that the band of waves or particles emit from the device induced on the victim. This band is invisible and when fired creates no type of noise or light, while it is difficult to exclude the presence of some kind of vibration that seems to saturate the air.
When hit with this band there is a sensation of severe pain which can be approximately compared to a strange cross-between intense heat and an electric shock, modulated according to the frequency impulse low enough to be perceived. This sensation emerges instantly and ends likewise abruptly when the device is turned off, without leaving a trace of pain. The device is held as far away from the body of the holder as possible and when the band is turned on its almost impossible for the victim to get near his source. The perceived effects seem more focused on the head and maximised on the eyes, to the point of inducing in the victim a state of total daze especially when the eyes are chosen as the target and the intensity is sufficiently elevated, but a normal pair of reading glasses seem able to ease the effects (I tried taking them off and putting them on again during the torture that I was subject to). To estimate the opening of the band is problematic due to the fact that it is totally invisible, but at a sufficient distance it is able to hit the entire body passing through their clothes, which leaves no evident damage. Furthermore the band seems able to reflect on the internal walls of a room, an inexplicable fact in the light of my precedent assumption of its nature. The pain and surprise that you feel when you are the object of such treatment, united with psychotropic effects of some substance absorbing epilithiem, which is sprayed on the victim during torture, in my case it was enough to induce a psychological block with consequent removal of visual experience.

Clarifications

This section is the result of a dialogue between L’AISICA-MFT and me, who needed further clarifications before receiving the documents that I have edited on my website.
1) In the previous documents, the facts are clearly distinguished from my personal assumptions (using the adverb “presumably”, etc) and I confess that I have corrected myself many times due to my ignorance regarding the real nature of the technology that was used on me. On the other hand, since I have directly experienced both physical effects previously listed (tachycardia phosphenic activity, tinnitus and the rest) and psychological (voices inciting self mutilation, commenting my thoughts, trying to exhaust my resistance and lastly putting me in a state of psychological submission in my attitude to one better not mentioned agency). As these events have been occurring non-stop since the beginning of last January up to now, the quantity of effects that I have personally experienced on the whole quite upsetting and at this moment I haven’t the strength to detail them in a new report, as a detailed analysis would inevitably end up producing a document of many pages.

2) Regarding the psychological operations that I was submitted to in 2003 /2004 and thereafter reported to the police, we have not attached the relative reports, as they were full of private personal details. So from these I have intentionally left out all referral to the non-lethal arm that was used on me on two occasions herein enclosed because I am sick and tired of being defined crazy by my institutional interlocutors. Neither in that period, or before did it ever occur to hear “voices” or experience physical effects like those described in the previous documents. What remains of the aforementioned charge is a squalid story of psychological blocks and a car accident caused unnaturally.

3) Concerning the way I express the “voices” that accompany me constantly, I can make some brief examples without claiming full comprehension: among technical terms, for example “fregnacce” which is roman dialect that I never use meaning prattle), the use of the verb “preserve” as a synonym of safeguarding someone’s life (which could derive from English that in the last few months I have also started to use), the expression” is that how you see it? As a form of speech I doubt that it relates to my opinion that is not shared with   my interlocutor.  Amongst threats, “your mother is really dead “ (again, that “davvero” derives from “really”?).
 Instigating suicide like “jump out of a window”, “run out in front of that car” or “poke out your eyeball”(the last two I heard only once, at the onset of these mind blowing experiences), “punch you mother”, etc. By the way, the first time I heard the “voice”, it was like a telepathic communication from the heads of the Italian military services, which is something I don’t believe in the slightest, in order to recruit me as a “SQUID” operator (see previous document). For more clarity, that the “SQUID have got anything to do with this technology, it is the owner of the “voce” that is one of these “SQUID “operators.

Documentation

Skin irritation caused by thermal effect:
irritazione cutanea da intenso effetto termico
The attached photo shows skin irritation which is approximately oval shaped, similar to the shape presented by Serge Labreze, caused by a brief but intense thermal effect concentrated on one spot of my arm, this effect was experienced the night before the photo was taken. Their was nothing nearby which could have caused this to occur. Up until now I have experienced the thermal effects just on two occasions, which add to the long list of effects described in previous report. I would like to specify that I was lying on my back with my eyes closed, so I’m not sure of the relation to possible luminous effects, but I don’t think there were any. I am sure that there was no smell or sound, or cramp, just a brief intense heat localised in a precise spot. At that moment the “voice” that has accompanied me since January 2010, was speaking to me, even though I can’t remember precisely what it was saying (it was the usual burdening speech, aiming to weary my resistance towards the treatment that I previously described).
Despite the fact that the technology employed isn’t seemingly enforced by SQUID, I will attach the link to the pages of Wikipedia that talks about this kind of device and its “literal “ application and “reading” of the cortical currents of the human brain. The state of the art of technology officially recognised but not consenting decodification of such currents and above all not operative from a distance, which differentiates what I have documented in my report.



SQUID on Wikipedia
Magnetoencephaolgraphy on Wikipedia
Transcranial Magnetic Stimulation on Wikipedia
Also attached is a link to an interesting document that I found on the web which could have something to do with my personal experience, because it illustrates some techniques of mind control, used by NSA, which doesn’t require any chip implantation I cannot vouch for its accuracy of contents but I think it is appropriate to present to you, due to what it reveals.
However I would like to specify that this documentation and similar documents I discovered after I had written my report, so they have not been under any measure an influence to my report.
NSA Signals Intelligence Use of EMF Brain Stimulation.

Divulgazione TV
LUCIGNOLO: "Ho un chip nel cervello"


Parte seconda: documentazioni altrui:

Note: danneggiamenti, tormenti, lesioni, "voci"...

Per confronto si inseriscono fotografie presenti in altri file

lesione torpida - guarita dopo cinque mesi - del ginocchio destro in seguito a una "strana" caduta e "strane" linee scure nel ginocchio controlaterale

lesione torpida


tracce scure ginocchio controlaterale

caso Michael Bell:

Michael Bell bookA True Story
An innocent man becomes the unwitting target of a secret criminal organization using high-tech weaponry, microchip implants, and mind control on its victims, leaving no evidence. The organization is covert, highly organized, well-funded and uses the latest technology. This heinous, unconscionable crime has gone global—and rapidly has become a huge national problem.
Author, Michael Fitzhugh Bell is drugged, abducted, raped, and surgically implanted with illegal microchip implants; all done without his knowledge or consent. Michael is tracked, stalked, and tortured, 24/7—and physically burned remotely with directed energy weapons which most people don’t even know exist. His every thought and feeling is being read in real time by his perpetrators via GPS and current cellular satellite systems, making him, quite literally, a human piñata. Michael must prove his crime to the police and a judge before his attackers erase his memories and murder him.
This story goes one step beyond Dr. John Hall’s own chilling tale of organized stalking by proxy. It is the author’s personal account of being electronically stalked and surgically implanted with micro-electronic transmission devices. It is the story of Michael’s uphill battle with doctors, lawyers, police, F.B.I., C.I.A., and a secret, global criminal union operating above the law. Beginning in Hollywood, California, Michael’s journey towards resolution will take him around the world—Madrid, Spain; London, England; Patagonia, Argentina; North and South Carolina, San Antonio, Texas; and back to southern California.
This book contains medical evidence, M.R.I. and ultrasound images, all clearly showing non-therapeutic /tracking torture devices. Surprisingly, these devices are legal and are available for purchase by anyone on the Internet. They are known as psychotronic weaponry; combing the words psychological and electronic.
Despite the most determined efforts to destroy him, Michael remains optimistic and focused, relentless in his pursuit to find his way out this never ending terror and nightmare of a labyrinth which has become his life.



severe Microwave/Directed Energy (?) burnsecond photo of a severe burn
Wed, 18 May 2011 15:35:19 Here are two more photographs of a recent and severe Microwave/Directed Energy burn on my left elbow. It's the fourth time I have been burned there, in the exact same location. Best, Michael Fitzhugh Bell
[Altre due foto di recenti e gravi USTIONI nella zon del gomito sinistro dovute - presumibilmente - a Microonde di Energia Diretta. E' la quarta volta che mi hanno ustionato qui, nella stessa posizione.]

powerful microwave cell tower disguised as a palm tree

Thu, 19 May 2011 11:29:26 This extremely powerful microwave cell tower disguised as a palm tree, was set up just two weeks ago directly across the street from my apartment complex. Coincidence? Perhaps not. It appeared overnight, one day it wasn't there the next day there it was. Best,
Michael Fitzhugh Bell
(Vedi anche / go also to Le anatenne assassine)

Facce / faces

tracce scure peri-oculari controlateraliSe in almeno tre ondate una "forza" spingeva e teneva schiacciata a terra a destra la testa, le nette tracce visualizzabili rivelano una dinamica "lotta" per risollevarla. Le varie DOPPIE strisce marroni intorno all'occhio sinistro accompagnate da una piccola non sanguinante abrasione del margine laterale del sopracciglio descrivono - indirettamente - il contrasto e i tentativi di rialzare la testa. Per accentuare la dimostrazione visiva di questa dinamica sono evidenziate nella fotografia le serie abbastanza disorganizzata di doppie strisce marroni molto più interessanti quindi del vistoso ematoma superficiale controlaterale.


ustione da radiazioni forse ionizzanti?
Questa seconda testimonianza diretta - suffragata anche da osservatori esterni - documenta le conseguenze di un bizzarro "tuffo come se qualcosa spingesse la nuca" e introduce un nuovo capitolo di questi effetti aggressivi: non solo in caduta ma con un previo SOLLEVAMENTO - "lievitazione"? - del corpo.
Ecco la testimoniaza autografa della protagonista:
Sabato 20 marzo camminavo in via N. poco oltre via F. sul marciapiede costruito con blocchetti in cemento autobloccanti la superficie è abbastanza regolare e di recente fabbricazione.
Indossavo le scarpe da ginnastica con suola di gomma che porto sempre da circa un anno. Avevo a tracolla la solita borsa (non la cambio mai) con dentro le solite cose, mancava solo il libro da leggere che porto quando viaghgio in autobus quindi era più leggera. Accanto a me comminava P. (mio figlio di 13 anni), circa 3 metri indietro mio marito B. Sono caduta e mi sono accorta immediatamente che nel momento in cui andavo in terra (nei pochissimi secondi che ho impiegato) ho pensato “non devo appoggiare la faccia” ma non sono riuscita a tenerla sollevata come se qualcosa mi spingesse la nuca e con fatica sono solo riuscita a girarla in modo da battere lo zigomo e non il naso o i denti e poi mi sono stupita che mi fosse venuto questo pensiero  inoltre  subito dopo (appena rialzata) ho ricordato di aver avuto, mentre cadevo, la sensazione che la borsa fosse diventata pesantissima è ho pensato che fosse stato il peso della borsa a tirarmi a terra P. era esterefatto mi ha chiamata più volte e continuava a ripetere: hai fatto un guizzo verso l’alto quasi come un tuffo, non sei caduta direttamente ma ti sei spinta in alto e avanti e sul finale hai inarcato la schiena , appoggiato la faccia e sollevato il sedere , ripeteva: come un tuffo: quando uno cade non pianta la faccia e alza il sedere . B. era 3 metri indietro e anche lui mi ha chiesto “come hai fatto??”  “ti sei spinta avanti come se ti tuffassi” non riusciva a spiegarsi come potevo aver fatto a cadere in quel modo.
Subito dopo l'incidente la zona zigomatica appariva tumefatta in misura del tutto sproporzionata - la fotografia è stata scattata parecchi gorni dopo il fatto - ma poco dolente anche se le strane strisce BIANCO-CERAMICA quasi coprivano l'occhio. E altrettanto peculiare ne è il seguito: ancora dopo mesi la zona appare scurita come fosse MOLTO ABBRONZATA in modo anomalo e difforme al resto della carnagione. Questa "deturpazione" è lentamente - parecchi mesi - scomparsa curata sistematicamente con una pomata a base di un fortissimo antiossidante, l'acido tioctico, forse a dinostrazione della sua origine da un fenomeno OSSIDATIVO, a carico del collagene e non dei melanociti.
(Tanto in questo caso come in quello del falso incidente di corso Turati, parecchi rilievi mirati non hanno segnalato valori anormali di radioattività: sempre tra 0,09 e 0,14 microsievert/ora. escludendo così - almeno pare - radiazioni ionizzanti come causa delle "false pigmentazioni".

"Udire voci" / Voice to skull devices and DSM-5

DSM-5. The Future of Psychiatric Diagnosis: è la definizione che fa la malattia?
DSM è l'Acronimo del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, che contiene i criteri diagnostici e la descrizione dei più comuni disturbi mentali ed è uno degli strumenti diagnostici per disturbi mentali più utilizzati da medici, psichiatri e psicologi di tutto il mondo, , soprattutto per validare in modo univoco universalmente diagnosi e di utilizzo forense e assicurativo. Pubblicato per la prima volta nel 1952, il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali aveva all'interno un elenco di tutti i disturbi mentali, allora erano 112, ad oggi alla sua IV edizione1994 sono diventati 374 e sono destinati a crescere nella quinta edizione del DSM - ora presente anche in italiano.
Il DSM è il testo unico e ufficiale di diagnosi psichiatrica in tutto il mondo, gli esperti deputati alla supervisione della stesura del nuovo Manuale Diagnostico e Statistico delle malattie mentali (DSM-5), representing 36,000 physician leaders in mental health i membri dei vari comitati scientifici che lo compilano sono però quasi esclusivamente americani e membri dall'Associazione Psichiatrica Americana. E se afferma il Presidente APA Carolyn B. Robinowitz;
Abbiamo fatto ogni sforzo per assicurare che il DSM-5 sarà basato sulle migliori e più recenti ricerche scientifica, e per l'eliminazione dei conflitti d'interesse nel suo sviluppo.
Comunque dal CSPI - [1] Center for Science in the Public Interest: Centro per la Scienza nell'Interesse Pubblico
risulterebbe che 16 dei 28 membri della task force incaricata di produrre la quinta edizione del DSM abbiano riportato di avere connessioni finanziarie con industrie farmaceutiche o di attrezzature mediche. ... Allen Frances, capo della task force del DSM-IV, si augura di diffondere anche in Italia la notizia che alcune associazioni americane hanno deciso di iniziare una grande raccolta di firme, su scala mondiale, per chiedere alla task force del DSM-5 di ritirare alcune delle proposte fatte. Queste proposte del DSM-5 possono far aumentare esageratamente alcune diagnosi psichiatriche (quindi creare moltissimi “falsi positivi”), con risultato che non solo si distorcerebbero i dati epidemiologici ma soprattutto a molti cittadini verrebbero prescritti farmaci non necessari e a volte pericolosi (è fin troppo evidente in questa operazione l’interesse delle case farmaceutiche, che condizionano pesantemente la cultura e la pratica della psichiatria). Sarebbe troppo lungo qui entrare nel dettaglio di quali sono le proposte diagnostiche discutibili del prossimo DSM-5. Si può solo accennare a quella di sindrome da rischio psicotico, per cui molti giovani potrebbero essere etichettati in questo modo e ricevere gli antipsicotici atipici che, oltre a essere molto costosi, possono provocare aumenti di peso (e tra l’altro pare che non diminuiscano il rischio di schizofrenia). Oppure si pensi all’ampliamento dei criteri della Depressione Maggiore che vorrebbe includere aspetti del lutto, per cui, per così dire, a molte persone verrebbe tolta la legittimità di essere tristi (con tutti gli aspetti adattivi e di “salute mentale”), verrebbero etichettate come “depresse” e riceverebbero farmaci antidepressivi (peraltro di poca efficacia, come è emerso da molte ricerche controllate), senza contare che già l’11% della popolazione americana li assume (una percentuale impressionante, che fa pensare che vengano prescritti anche a molti che non ne hanno bisogno). Oppure si pensi al Binge Eating, anch’esso ampliato nei criteri, e così via. In generale, insomma, il DSM-5 abbasserebbe molto la soglia di molte diagnosi. Le implicazioni sociologiche ed economiche di questa problematica sono fin troppo ovvie che non c’è bisogno di menzionarle. La campagna che Frances assieme a Bob Spitzer (che era stato capo della task force del DSM-III) e altri sta conducendo contro la bozza del DSM-5 ha ottenuto alcuni effetti ma non è ancora riuscita a far modificare in modo sostanziale gli aspetti più pericolosi del DSM-5, ed è per questo che è stato deciso di fare una petizione. L’idea è che, se molti membri della professione protestano contro questa bozza, gli autori del DSM-5 temano che il manuale poi venda poco o non venga seguìto, e che questa loro paura possa indurli a fare delle modifiche. La petizione è stata promossa innanzitutto da alcune Divisioni della American Psychological Association:  la Division 32 (Society for Humanistic Psychology), la Division 27 (Community Psychology), la Division 49 (Society for Group Psychology and Psychotherapy), e poi dalla Association for Women in Psychology, dalla Society for Descriptive Psychology, ecc., e anche da associazioni di altri paesi.


Nelle pagine del suo sito il CSPI - [1] Center for Science in the Public Interest: Centro per la Scienza nell'Interesse Pubblico - un'analisi basata sulle informazioni finanziarie pubblicate sul sito Web dell'APA. Oltre la metà dell’equipe che sta predisponendo il nuovo DSM, il manuale dei disturbi mentali, ha un conclamato conflitto d'interesse a causa delle connessioni finanziarie con le industrie farmaceutiche. Il record per il maggior numero di legami finanziari con l'industria farmaceutica è di William Carpenter, Jr, direttore del Maryland Psychiatric Research Center presso l'Università del Maryland, che nel corso degli ultimi cinque anni ha accettato, per contratti di consulenza, denaro da ben 13 diverse società farmaceutiche, tra cui Astra Zeneca, Bristol-Myers Squibb, Eli Lilly, Merck, Pfizer e Wyeth. Il grado di conflitto di interesse - oltre il 50 per cento - segnalati da CSPI è simile a quello trovato in uno studio del 2006 che ha coinvolto 170 "esperti" che hanno lavorato sul DSM-IV, rilasciato nel 1994. A quel tempo l'APA non aveva attuato una "disclosure policy"(politica di divulgazione), quindi i ricercatori hanno dovuto raccogliere i dati da cartelle giuridiche e cliniche, articoli di riviste, archiviazioni di conflitto di interesse e altre fonti per scoprire queste statistiche.


Nel DSM-5 risulta alleggerita una delle voci più controverse della precedente edizione modificamdo una delle  principali fonti di "errori" diagnostici: considerare il "sentire voci" come sintomo patognomonico della schizofrenia.

Nelle pagine 308-309 dell'edizione italiana del DSM-IV R si trova una descrizione di allucinazioni uditive

considerate come particolarmente caratteristiche della Schizofrenia e incluse fra i sintomi di primo rango della classificazione di Schneider. Se questi sintomi sono presenti , allora è richiesto solo questo singolo sintomo per soddisfare il criterio A [pagina 318]

Ma questo dato sviluppa però su due settori aventi fondamentale rilevanza ANTITETICA anche e soprattutto dal punto di vista giudiziario e non solo diagnostico e poi terapeutico.
  1. la sconfessione di diagnosi “ineluttabile” di schizofrenia e quindi di totale inattendibilità per chi dichiara di “sentire voci”, modifica e di molto sia la diagnostica - e quindi l'etichettatura nelle sue varie componenti soprattutto di INATTENDIBILITA' - sia anche la prospettiva operativa di eventuale modalità di cura qualora queste sensazioni divengano soggettivamente moleste;
  2. di riscontro l’appiattimento su di una fasulla quasi “normalità” - rimandando il disturbo ad una fasulla innocua “soggettività” - può con facilità indurre a sottovalutare se non NEGARE ogni DENUNCIA e INDAGINE a carico di interferenze esterne o tecnologicamente “interne” - microchip inseriti abusivamente rice-trasmittenti - cha invece se prese in considerazione nella loro spesso insopportabile molestia potrebbero passare nella categoria criminologica di TORTURE - vedi V2K voice to skull technologies and electronic harassment.

La Task force del DSM-5 aveva lanciato un messaggio:
Dear Reader, Welcome to the DSM-5 Development Web site.  This site provides information culminated from over 10 years of revision activities, made possible thanks to the generous dedication of more than 600 global experts in the field of mental health. The DSM-5 Task Force and Work Group members are working to develop criteria for diagnoses that not only reflect new advances in the science and conceptualization of mental disorders, but also reflect the needs of our patients. We encourage you to delve into the wealth of information contained within this site to become familiar with some of the advancements in scientific and clinical knowledge that will assist in making diagnoses more accurate, valid, and clinically useful. We also hope that this knowledge will pave the way for further research in these important areas. Your input, whether you are a clinician, a researcher, an administrator, or a person/family member affected by a mental disorder, is important to us. We thank you for taking part in this historic process and look forward to receiving your feedback.

David J. Kupfer, M.D., DSM-5 Task Force Chair
Darrel A. Regier, M.D., M.P.H., DSM-5 Task Force Vice-Chair
E qui dovremmo esser tenuti a rispondere.
microchip seno mascellareLa descrizione di “sentire voci” più o meno moleste come se provenisero dal proprio "interno" negli stessi esatti terminidi quelle che venivano considerate "allucinazioni schizofreniche" viene riferita in modo univoco da numerose persone nel cui organismo è presente un microchip rice-trasmittente inseritovi abusivamente, e da altre in cui tale fenomeno avviene anche in assenza di microchip ma riferibile a fonti ESTERNE.
E' quindi assolutamente necessario vengano attivati sistemi di rilevamento tecnologici - di sicuro possibili e neanche troppo indaginosi e/o costosi - per DOCUMENTARE
in modo oggetivabile queste TRASMISSIONI esogene. Non solo per obbiettività va PRESENTATO questo problema, ma va seriamente colta l'opportunità di rafforzare e precisarne il messaggio ufficiale alla Task Force  preposta alla preparazione del nuovo DSM-V.
Spiegazioni più precise e dettagliate si trovano nel file Microchips impiantati nel corpo umano e nel file Links e citazioni su segnali di pericolo.
Read a good, explanatory and adequate comment on:
Hearing voices is not an illness, says by DSM-5
Posted by Soleilmavis on May 17, 2012 at 9:07am in We help victims
View Discussions

Robotic Prosthetic



Search Google (Military Domain) Main Index Term Index
voice to skull devices
Definition/Scope: Non-lethal weapon which includes (1) a neuro-electromagnetic device which uses microwave transmission of sound into the skull of persons or animals by way of pulse-modulated microwave radiation; and (2) a silent sound device which can transmit sound into the skull of person or animals.
Now the Defense Advanced Research Projects Agency is jumping on the bandwagon with their new "Sonic Projector" program:
The goal of the Sonic Projector program is to provide Special Forces with a method of surreptitious audio communication at distances over 1 km. Sonic Projector technology is based on the non-linear interaction of sound in air translating an ultrasonic signal into audible sound. The Sonic Projector will be designed to be a man-deployable system, using high power acoustic transducer technology and signal processing algorithms which result in no, or unintelligible, sound everywhere but at the intended target. The Sonic Projector system could be used to conceal communications for special operations forces and hostage rescue missions, and to disrupt enemy activities.

Quoted from PeacepinkWorldwide Campaign to stop the Abuse and Torture of Mind Control/DEWs:
Introduce V2K (Voice to Skull - view discussion
American Psychologist article: 1973 Voice to Skull Demonstration
Artificial microwave voice to skull transmission was successfully demonstrated by researcher Dr. Joseph Sharp in 1973, announced at a seminar from the University of Utah in 1974, and in the journal "American Psychologist" in the March, 1975 issue, article title "Microwaves and Behavior" by Dr. Don Justesen. USE YOUR BROWSER'S ZOOM FEATURE TO MAKE READING THE SCANS EASIER. (Try the “View” menu.) http://www.randomcollection.info/
V2K (voice to skull), in 2002, the Air Force Research Laboratory patented precisely such a technology: Nonleghal weapon which includes:
(1) a neuro-electromagnetic device which uses microwave transmission of sound into the skull of persons or animals by way of pulse-modulated microwave radiation; and
(2) a silent sound device which can transmit sound into the skull of person or animals. NOTE: The sound modulation may be voice or audio subliminal messages. One application of V2K is use as an electronic scarecrow to frighten birds in the vicinity of airports.
MEDUSA (Mob Excess Deterrent Using Silent Audio) is a directional, non-lethal weapon designed for crowd control and exploiting the microwave auditory effect. It uses microwave pulses to generate uncomfortably high noise levels in human skulls, bypassing the ears and ear drums.
MEDUSA is developed by the Sierra Nevada Corporation.
LE MICROONDE FANNO SENTIRE LE VOCI: A device - dubbed MEDUSA (Mob Excess Deterrent Using Silent Audio) - exploits the microwave audio effect, in which short microwave pulses rapidly heat tissue, causing a shockwave inside the skull that can be detected by the ears. A series of pulses can be transmitted to produce recognisable sounds. The device was aimed for military or crowd-control applications, but may have other uses. Microwave ray gun controls crowds with noise,
03 July 2008 by David Hambling
: http://www.newscientist.com/article/dn14250

NOTE: The sound modulation may be voice or audio subliminal messages. One application of V2K is use as an electronic scarecrow to frighten birds in the vicinity of airports. Acronym: V2K
Broader Terms: non-lethal weapons (Weapon systems that are explicitly designed and primarily employed so as to incapacitate personnel or materiel, while minimizing fatalities, permanent injury to personnel, and undesired damage to property and the environment.) Acronym: NLW
Acoustic Weapons
A variety of nonlethal acoustical weapons have been proposed and evaluated. Some of these are little more than fancy loud-speakers, while others involve more subtle or sophisticated processes and truely deserve the designation of acoustic weapon. Simple high-intensity sound causes the inner ear to generate nerve impulses that register as sound. Since the inner ear also regulates spatial orientation, saturation of the inner ear by high-intensity sound may cause spatial disorientation... Infrasound would be a powerful ultralow frequency (ULF) weapon that could be directional and tunable, penetrating buildings and vehicles. High Intensity Infrasound could induce disorientation and reduced sensory motor functions. At higher levels of intensity, experimental have shown that animals may cease breathing temporarily. But this has seemed to be not a very practical weapon, since large banks of speakers were required to provide directionality, and power demands were deemed excessive. Diference Tones are more sophisticated arrays that project a sound to a specific location. The resulting sound can only be heard at that particular location as the result of interference patterns created by the interaction of sounds transmitted from multiple remote speakers. ... High-intensity low-frequency sound may cause other organs to resonate, causing a number of physiological results, possibly including death. Acoustic weapons pose the hazard of being indiscriminate weapons, potentially imposing the same damage on friendly forces and noncombatants as on enemy combatants or other targets.


Ma strumentazioni atte a produrre effetti imprevedibili e apparentemente "misteriosi" addirittura localizzabili e percepibili in modo esatto soltanto da singole persone - magari persino a scopo smemplicemente  pubblicitario! - NON sono soltanto di pertinenza, produzione e utilizzo MILITARI - e quindi soggette a stretto Segreto Militare - o, almeno, in funzione degli effetti speciali in ambito dello Spettacolo, ma al contrario sono diffusissimi e in libera vendita, sia autorizzata che "da strada".
Ma quel che più sorprende nel lungo elenco di riferimenti tecnici - precisi in costante aggiornamento - è che in tutto il sito e in particolare in Links e citazioni su segnali di pericolo come nei collaterali Segnalazioni di Allarme: Internazionali e in Microchips impiantati nel corpo umano e Altre sopraffazioni e violazioni, si rimanda alla frequente BANALITA' delle azioni ed alla quotidianità della produzione ed uso di potenzialmente anche pericolosissimi strumenti di violenza. non solo presenti negli arsenali militari - più o meno segreti - ma in libera,  facile vendita, addirittura per corrispondenza.
E così ha origine il paradosso e la serie dannosa di disinformazioni che appunto si cerca di dissipare in questo sito: le pur già da tempo attuate possibilità concrete [Entro i prossimi cinque anni, queste tecnologie provocheranno cambiamenti fondamentali nel modo di operare delle aziende e nel modo di vivere della gente] fornite ad esempio dalla fisica delle onde, dalle nano-tecnologie ecc. tendono a venir etichettate dalla "gente" come fantascienza e le loro manifestazioni come misteri parapsicologici: e questo proprio mentre non solo nei prossimi anni ma già da molto tempo ne risultano non solo armi vere e proprie ma anche prodotti commerciali, addirittura di largo e comunissimo utilizzo, senza che chi li usa se ne renda veramente conto e si domandi come ciò sia possibile. (Vedi, anche tradotto in italiano, l'ampio articolo di Robin Ballantyne Tecnologia della repressione in Le armi non letali.)
 
Per chi non ci credesse: per esperimento e per provocazione chiunque può provare a ordinare con successo queste apparecchiature - tipo la Sonic Nausea - come ha provato a fare il corrispondente della mail acclusa (anche se la Dogana avrebbe dovuto intervenire).
SUPER SONIC NAUSEA Sonic Nausea is a small electronic device which can really turn one’s stomach. The “industrial strength” version of the "Sonic Nausea" is now available for non-government sales for first time. Sonic Weapon Ultra High Frequency Pain GeneratorSpeeches, demonstrations, crowd dynamics - this device has been used to “influence” more of these in recent years than you might suspect. Or, if planted near the podium, you might just have a case of a speaker with diminished clarity and concentration, or perhaps is even unable to complete his presentation “due to illness”. This “illness” might even be contagious, as some of the VIPs up there with him also seemed to have caught the same bug. Powered by ten AA batteries (not included). Size: 7.75" x 4.5" x 2.75". Video relativi a sonic nausea Use only with extreme discretion. It provides serious, substantial capability to disrupt and disperse gatherings.
I've received very recently the Sonic nausea device from Shomer Tec.

Posted 05-20-09 08:02 PM
I saw this Sonic Nausea Device on boingboing, and I am wondering if it is a myth. I know mythbusters did some work on the "brown noise", but I don't think you guys went far enough into how different frequencies affects people.
It links to the product for sale:

There is also this "Teen Repellent" sound:
And then the damn teens start using this as a clever hack:

Strangely it arrived completely unprotected despite the long distance (overseas, Xxxx), in a box 10 / 15 cm larger than its size with the lid just lying on top of it. Although on the little note they say"Carefully remove the faceplate"!!I wonder if I should worry that it could have been damaged during shipping (by UPS by the way). Still it's there, and it went over the custom with the name tag clearly on top. Apparently and luckily freedom of acquisition hasn't faded yet. I could'nt find a convenient place to try it out (like on persistent pigeons to begin with), but I shortly switched it on it does make a somewhat shrieking sound (not too loud). I'm not sure if it's really the model and type security professionals would use, it's not too practical, if you can't switch it on or off from a distance, and because of the probable lack of autonomy but it should work for demos. Did someone try to measure what frequencies were used? you said someone already bought one?

Estratti da mails sulle proprietà della produzione di suoni - udibiliì e infra e ultra - con la domanda riguardante la possibilità - lamentata da molte "vittime" - di venir "colpiti" da un "suono" creatosi a mezz'aria - many victims claim if is it possible [that] an audible sound can be created at a point in mid air? - e la risposta data dal Dr. Pompei:


Infrasound as you know it is Not so directional as ultrasound. Infrasound can penetrate well such as walls of a home where as ultrasound from say for example the HSS system or audio spotlight will not. Infrasound at the level needed to cause an effect would indeed effect all within it's range. Infrasound also has a much greater range than ultrasound for example when the space shuttle Colombia exploded the infrasound was detected thousands of miles away. Nasa used the detected infrasound in their investigation of the Colombia disaster. Note: sound even within the human hearing range can be used as a weapon. Speaking for myself I have "ruled out" such sound systems as the HSS tech as to what is used on me. Systems I have ruled out are from the two companys here:.. Holosonic Research Labs... American Technology Corporation.... I have an Hss system of course mine is the Audio Spotlight I have the sound beam controler along with a 12 inch and 18 inch transducers.
The Audio Spotlight is a revolutionary new audio technology that creates sound in a narrow beam, just like light. Dr. Joseph Pompei wins Technology Review's TR100 Top Young Innovators Award for Audio Spotlight Directional Sound Technology October 21, 2003 Press Release Dr. Pompei, former MIT researcher and founder of Holosonics, of Watertown, Mass., was named as one of the World's Top Young Innovators by Technology Review for his invention of the Audio Spotlight® directional sound technology. Nominated by Dr. Gordon Bell, an award-winning senior researcher at Microsoft Corporation, the award recognizes those researchers under the age of 35 whose innovative work in technology has a profound impact on today's world.
Question:
- I purchased an Audio Spotlight  from you and you signed it for me a while back. I have used it to chase deer and elk from a small orchard it works well for that. I have used a 3 second sweep in the frequency range from 6,000hz to 15,000hz. Sometimes at a good 200 yards or better. I have also used it in plays and of course to pull a couple jokes and for my own listening. People are impressed with the Audio Spotlight. I have a question about Acoustic Heterodyning your the only one that I know of that could answer. My question is: in Acoustic Heterodyning.... if 2 beamed Acoustic Heterodyning signals (ultrasound) were sent from 2 different transducers at the same time and the 2 signals crossed at a point in mid air. At that point of crossing in mid air would the two signals distort to become audible?
Answer:
- If two pure ultrasound signals are played through two systems, and the beams are crossed, audible sound is indeed created in the intersecting volume. However, it is not as efficient as using one long beam (or two collinear beams), as the audible result will be proportional to the physical volume (space) of.
Conclusion:
- This indeed shows the Audio spotlight "don't" spill it's beans at point of impact with a solid object but can be created in mid air. Note: this is acoustic heterodyning. I have been working on the same lines as with rf heterodyning (such as is done with Malech's Patent 3,951,134)


As an executive branch agency within the Department of Defense, the Office of Naval Research (ONR) supports the President's budget. ONR provides technical advice to the Chief of Naval Operations and the Secretary of the Navy. Office of Small Business Point of Contact

Temporary personnel incapacitation system called MEDUSA
(Mob Excess Deterrent Using Silent Audio)

Summary Information. Objective of Phase Effort The main goal of the Phase I project wad to design and build a breadboard prototype of a temporary personnel incapacitation system called MEDUSA (Mob Excess Deterrent Using Silent Audio). This non-lethal weapon is based on the well established microwave auditory effect (MAE). MAE results in a strong sound sensation in the human head when it is irradiated with specifically selected microwave pulses of low energy. Through the combination of pulse parameters and pulse power, it is possible to raise the auditory sensation to the “discomfort” level, deterring personnel from entering a protected perimeter or, if necessary, temporarily incapacitating particular individuals.

Una bizzarria:

MEETING DI “” 2 Novembre 2010
2° CONGRESSO MONDIALE DEGLI UDITORI DI VOCI 3 e 4 Novembre 2010
Sherwood Forest, Nottinghamshire, ENGLAND
Siamo lieti di annunciare che il 2° Congresso Mondiale sull’Udire le Voci si terrà in Inghilterra il 3 e 4 novembre 2010, subito dopo il meeting annuale di che si terrà il 2 novembre 2010.
Il Congresso costituisce una occasione unica di incontro per il Movimento degli Uditori di voci, con relazioni di esperti per esperienza ed esperti per professione da tutto il mondo, per condividere storie di coraggio, ottimismo e determinazione, per trasformare noi stessi e il mondo in cui viviamo....
Per maggiori informazioni guarda su www.intervoiceonline.org

Informazioni sul sito e sui libri

Giuramento di Ippocrate /Hippocrates oath

tavola 43 dei Caprichos: proprietà privata

ASSOCIAZIONE ITALIANA,  SCIENTIFICA E GIURIDICA, CONTRO GLI ABUSI MENTALI, FISICI E TECNOLOGICI

Francisco Goya y Lucients' "Los capricios" n. 43

Francisco Goya y Lucients' "Los capricios" n. 43


Nel corso del tempo - come da presupposti - l'attività stessa dell'Associazione genera e promuove FATTI nuovi e INCONTRI FATTIVI con nuove situazioni e persone: nei file dedicati a ciscuno dei problemi in atto verranno via via presentate in evidenza le ultime novità. Per questo invitiamo a prendere in considerazione file di dati tecnici inerenti alla presenza di microchip rice-trasmittenti e di dati testimoniali con sensazionali CONFESSIONI da parte di chi viene reclutato per azioni di "tortura": Termografie e rivelazioni e Traduzioni_ e_trascritti . Come è ovvio presumerlo data la delicatezza e incisività dell'argomento, si tratta di un file che è e sarà  molto di frequente "preso di mira" e danneggiato: chi vi accede è pregato di comunicarci ogni disguido che così potrà venir corretto tempestivamente. / The here above presented crucial files endorse very pressing data: then it is very probable to have it repeteadly damaged. We ask to notice every not fixed link or every other abnormality for helping us to timely correct them.
Segnalando questo file "Italiano ospitato" molto collegato con Stop Gang Stalking - Another terrible form of Assault and Degradation - forniamo un indirizzo FaceBook ove contattare e conoscere l'Autore: http://www.facebook.com/profile.php?id=1563768912&ref=ts



Dalla presentazione dettagliata del libro It's Abuse NOT Science fiction, e dalla data di pubblicazione - 14 luglio 2005 - molto è cambiato e molti DOCUMENTI sono stati sia sostituiti che aggiunti. In attesa di una completa nuova edizione del volume principale ne viene per ora edito un SUPPLEMENTO INTEGRATIVO UP-TO-DATE DOSSIERS. Per molte vittime risulta più facile esporre passate sofferenze per scritto che a voce: la diffusione di questi rivissuti come di nuovi fatti ora è assicurata da questa NUOVA PUBBLICAZIONE: un autonomo VOLUME.
*************************
The book previously published at present needs to be modified.
It's Abuse NOT Science fiction published on July 14 2005 shortly became OUT OF DATE and so required to present also the consequent novelties coming from readers comments, from new deeds and MOSTLY on present-day flash-back discolosures - to note that for some victims it is easier to write than to speakUP-TO-DATE DOSSIERS of It's Abuse NOT Science fiction = Gli Abusi mentali, fisici e tecnologici NON sono Fantascienza for the time being is a supplementary book, supplementary but matching also by itself not only to propose simple improvement, rather to share new particularly important DOCUMENTS.

Per entrambi / for both:
copertina e frontespizi e ulteriori spiegazioni vedi file Libro / for cover, title-pages and explanations: book
cortinalibri.itLibreria Cortina Via Ormea 69 10125 Torino
ordini@cortinalibri.it, giuliana@cortinalibri.it,
Tel/fax.: 0039 011-6507038   carlo@cortinalibri.i


PAGINE INTERNE pubblicate o modificate DOPO la stesura della prima edizione del libro e da considerare prioritariamente:
Opinioni o peggio: Accuse? diviso: nelle parti italiana e Inglese Opinion or Accusation?
Pseudo-misteri e coinvolgimenti biologici / Fake-mysteries on biological targets
Mandatory declassification review
MIND-WEAPON.pdf

Nel corso del tempo - come da presupposti - l'attività stessa dell'Associazione genera e promuove FATTI nuovi e INCONTRI FATTIVI con nuove situazioni e persone: nei file dedicati a ciscuno dei problemi in atto verranno via via presentate in evidenza le ultime novità. Per questo invitiamo a prendere in considerazione un file di dati tecnici inerenti alla presenza di microchip rice-trasmittenti e di dati testimoniali con sensazionali CONFESSIONI da parte di chi viene reclutato per azioni di "tortura": Termografie e rivelazioni e Traduzioni_ e_trascritti . Come è ovvio presumerlo data la delicatezza e incisività dell'argomento, si tratta di un file che è e sarà  molto di frequente "preso di mira" e danneggiato: chi vi accede è pregato di comunicarci ogni disguido che così potrà venir corretto tempestivamente. / The here above presented crucial files endorse very pressing data: then it is very probable to have it repeteadly damaged. We ask to notice every not fixed link or every other abnormality for helping us to timely correct them.
Segnalando questo file "Italiano ospitato" forniamo un indirizzo FaceBook ove contattare e conoscere l'Autore: http://www.facebook.com/profile.php?id=1563768912&ref=ts

per gli aggiornamenti e le precisazioni è Presentazione e indice ragionato: come cominciare / Preamble: how to begin
Importantissimi sono i nuovi - e spesso aggiornati - dati di PRIMA MANO e le relative fotografie in: / basic and often up-dated data are on:
ESPERIMENTI SU BAMBINE/I anche in pdf

style="font-family: garamond;"> da completare dal punto di vista descrittivo delle situazioni emotive sottostanti con:
Il Prezzo del Potere

E dal punto di vista di descrizioni scientifiche relative soprattutto a "oggetti" e a "fatti":
NUOVISSIME TECNOLOGIE? ADVANCED TECHNOLOGIES? TECHNOLOGIES AVANCEES? SPITZENTECHNOLOGIEN?

Tornando a dati riguardanti "persone" e organizzazioni
Links di Organizzazioni e Iniziative Protettive
Links Europei contro la Pedofilia, il Settarismo e gli Abusi Strutturati e/o Rituali
Come già segnalato, da considerare con speciale attenzione / noteworthy is:
Testimonianze e Dubbi / Testimony and Doubts
Ospitato come file un articolo di descrizione esplicativa che completa e facilita la lettura di altri file di argomento analogo: Armi vecchie e nuove, dall'uranio impoverito all'informazione impoverita

In data 9 giugno 2009 è stato aggiunto - come file a se stante "ospitato italiano" di discussione e chiarimenti e con un titolo esplicitamente al PLURALE - un utile riassunto bibliografico e proposta di discussione - Teorie della cospirazione Il Prezzo del Potere
Molto importanti le pagine "ospitate" italiane e internazionali in html o in pdf:
Termografie_e_rivelazioni e Traduzioni_ e_trascritti
Sito del Dottor Roberto Topino e la sua continuazione
Teorie della Cospirazione: Notare: il titolo al PLURALE
Cinque libri legati da un unico filo
  Il Prezzo del Potere:
Armi vecchie e nuove, dall'uranio impoverito all'informazione impoverita
Testimonianze di un ingegnere informatico / Testimony of an informatics engineer
Alle vittime bersagli o targeted individuals di attività persecutoria includente l'uso di armi ad alta tecnologia

TOTEM AND TABOO REVISITED: awful and fertile rise of new SUPERSTITIONS
Artist/Designer Andrzej Suda's case e Artist Suda: Presentation
Andrzej (Andrew) Suda's DOCUMENTATION / DOCUMENTAZIONE (with original pictures)
LarsonReport-Edit.pdf e LarsonReport.htm
Microwave Mind Control: modern torture and control mechanism eliminating Human Rights and  Privacy
Mind Control Victim Awarded $1 Million
Sabotage Photos and List
Covert Operations
Armi vecchie e nuove, dall'uranio impoverito all'informazione impoverita.
Le Armi a Energia Diretta e il suo completamento in .htm
Silent subliminal presentation system
Complex Trauma and Disorders of Extreme Stress
SIrUS Project

Teorie della Cospirazione
con il suo titolo esplicitamente al PLURALE: riassunto bibliografico e proposta di discussione
Cinque libri legati da un unico filo
Dal sito dell'Ingegner Giuseppe Muratori: 'Nuovo' World Iintelligence Foundation


Fondamentali domande / basic asks:
Opinioni o peggio: accuse?
Opinion or accusation?



Considerazioni riassuntive e metodologiche /summarizing issues and method:


Nota: i file in pdf potranno essere duplicati o riprodotti su supporti elettronici, cartacei o di qualsiasi altro tipo e distribuiti liberamente, a DUE CONDIZIONI.
1) I libri, qualsiasi sia il supporto, dovranno essere assolutamente INTEGRI e COMPLETI sia nel testo che nella grafica; ogni modifica, soppressione, aggiunta di qualsiasi tipo faranno decadere il permesso di duplicazione e faranno automaticamente ricadere nei REATI previsti a tutela del diritto di autore.
2) L'eventuale distribuzione dei duplicati, qualsiasi sia il supporto, dovrà essere fatta esclusivamente a titolo GRATUITO.

Note: the file or the above-named files can be either duplicated or reproduced on electronic supports, paper or any other form and can be freely circulated under two conditions:
1) Whatever the  support  employed, the books must be reproduced INTEGRAL and COMPLETE both in their text and in their graphics; every change, omission or integration  of any sort cause the loss of permission to duplicate and automatically turn into legal  OFFENCES provided for by the law in protection of copyright.
2) Any circulation of the duplicates, whatever the support, must be FREE OF CHARGE.

Complex Trauma and Disorders of Extreme Stress (DESNOS)
STOA-Parlamento.Europeo
Sirus.Project
U.S._intellingence_and_security
Possible_influence-on_subject_FOIA.pdf
LEGGE.HR3200.pdf
Armi ad Energia diretta
Caso Suda: file originale
suda.fotodoc
LarsonReport-Edit
STUPRI-DI-GUERRA: i figli dell'odio
Direttamente dalla rete si pu˜ scaricare, stampare e leggere in tablet o e-book la traduzione in italiano del libro di Regina Louf - Silenzio! Qui si uccidono bambini!

vedi anche documenti diretti:

Isis/Daesh -  Kurdistan: vendita di donne e bambini

Capitoli in pdf scaricabili/ pdf chapters to be downloaded:
Quando la cartella clinica è terapeutica.Dare ai ricordi una seconda vita? Consapevolezza e memoria
ESPERIMENTI SU BAMBINE_I.PDF
Medicina: scienza applicata e multidisciplinare: Emozioni, istinti, ricordi, contraddizioni

Libri scaricabili in rete / pdf of complete books
Infanzia:un-mestiere_ifficilissimo Copertina libro Infanzia
Consapevolezza e Memoria



Integrity di Peacock Media


L'aggiornamento dell'effettiva attività dei link si svolge in modo continuativo
As every other file of this site, every linkis up-dated.







MONITORAGGIO dei link afferenti al sito - e alle sue singole pagine
To WATCH the outbound links toward site - and its inner pages.


Book cover: International Copyright © January 4 2005 (Certificate 143935559)
Web pages Copyright: International Copyright © May 6 2006 (Certificate 149917786)
Book copyright: International Copyright © August 5 2005
Associazione italiana, scientifica e giuridica contro gli abusi mentali, fisici e tecnologici - All rights reserved (Certificate 149917786)